Viagrande, “Porte aperte alla Bellezza”

OGGI NEL CENTRO DI RIABILITAZIONE DEL CSR A VIAGRANDE INAUGURATA LA GALLERIA D'ARTE REALIZZATA DAGLI STUDENTI DEL LICEO ARTISTICO EMILIO GRECO DI CATANIA: UN PROGETTO DI ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO CON VALENZA CULTURALE, FORMATIVA E DI INCLUSIONE.

Viagrande, Porte aperte alla Bellezza

C’è anche un omaggio alla Santa Patrona, Sant’Agata, tra le opere realizzate dagli studenti del Liceo Artistico “Emilio Greco” di Catania, che da oggi rendono più allegro e colorato il Centro di riabilitazione per disabili del CSR a Viagrande.

Questa mattina, sabato 19 febbraio, nella struttura in provincia di Catania, si è tenuta la cerimonia di inaugurazione della galleria d’arte, che è frutto di un progetto di alternanza scuola-lavoro fortemente voluto dal Consorzio Siciliano di Riabilitazione e dal Liceo artistico di Catania, intitolato “L’arte nella diversità. Porte aperte alla bellezza”.

Circa 30 studenti si sono alternati, da novembre 2021, per dipingere un’ala del Centro di riabilitazione, abbellendo le pareti con murales di scorci tipicamente siciliani e con 20 tele, in omaggio alle opere di grandi artisti siciliani: da Emilio Greco a Renato Guttuso e Piero Guccione.

In bella vista anche un omaggio al grande scrittore Andrea Camilleri: una porzione di parete riporta una sua famosa frase “Non bisogna mai avere paura dell’altro perché tu, rispetto all’altro, sei l’altro”, scritta anche con i simboli della Comunicazione Aumentativa Alternativa, utilizzata in tutti i 19 Centri del Consorzio Siciliano di Riabilitazione per i ragazzi e le ragazze con bisogni comunicativi complessi.  

“Grazie a questa iniziativa siamo riusciti a trasformare un corridoio anonimo in una galleria d’arte, ma soprattutto è stato un bellissimo momento di incontro tra i nostri ragazzi e gli studenti, avvenuto all’interno di uno dei nostri Centri: un momento di cultura e arricchimento reciproco” ha detto con soddisfazione il Presidente del CSR, Sergio Lo Trovato.

“Non è stata solo alternanza scuola-lavoro, è stata una vera attività di alternanza partecipata perché i nostri studenti della scuola serale hanno collaborato proficuamente, con una doppia valenza: artistica e inclusiva” ha proseguito la prof. Maria Francesca Raffone, docente del Liceo “Emilio Greco” e tutor scolastico che ha seguito da vicino tutte le fasi dell’iniziativa, insieme alla prof.ssa Eleonora Catania e alle responsabili del progetto per il CSR Anna Talbot e Eleonora Vanin.

E quest’ultima ha sottolineato: “I nostri ragazzi si sono divertiti e appassionati, ma questo progetto ha avuto e avrà benefici importanti anche sotto il profilo del benessere dei nostri Assistiti”.

Il progetto “L’arte nella diversità” segue infatti il percorso iniziato da Peter Senior negli anni ‘70 che dimostrò l’importanza dell’arte sui processi di guarigione nei luoghi di cura.

L’utilizzo delle arti visive nei luoghi di cura, come lo è un Centro di riabilitazione, può infatti svolgere un ruolo determinante per accrescere la qualità del servizio offerto, per il raggiungimento di un maggiore benessere dei pazienti e del personale sanitario e per indurre positivi risultati clinici e psicologici sui pazienti stessi. 

Alla cerimonia inaugurale di oggi, erano inoltre presenti: il Presidente del Consiglio nazionale dell’ANCI, Enzo Bianco, il Sindaco di Viagrande Francesco Leonardi, il sindaco di Militello Giovanni Burtone, il Presidente emerito del Comitato per la Festa di Sant’Agata, Francesco Marano, la docente dell’Accademia delle Belle Arti di Catania Daniela Costa, i rappresentanti della Rainbow Catania (associazione polisportiva di Basket) Ferlito e Licciardello, quest’ultimo anche in rappresentanza dell’Anffas, Giovanni Spinella della federazione provinciale basket, rappresentanti del Consiglio di amministrazione del CSR.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.