Terremoto 7.0 a Trecastagni, ma è un’esercitazione

Terremoto 7.0 a Trecastagni, ma è un’esercitazione
“La sala sismica dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia ha registrato un terremoto 7.0 a Trecastagni, numerosi sono stati i danni alle abitazioni e la popolazione si è riversata sulle strade raggiungendo le aree di attesa limitrofe.”

Fortunatamente, si tratta solo di un’esercitazione della protezione civile. Una simulazione che è stata organizzata dal gruppo comunale di protezione civile di Trecastagni e dal Giae, con il patrocinio del Dipartimento regionale e del comune di Trecastagni,  per creare quanta più coesione tra i vari componenti dei soccorsi in eventi di questa portata.

16 associazioni e gruppi comunali di protezione civile, per oltre 100 volontari, si sono riuniti per un addestramento congiunto.

I partecipanti sono stati i gruppi di protezione civile di Aci Sant’Antonio, San Giovanni La Punta e San Pietro Clarenza, Associazione Aquile Monteserra – Viagrande, Associazione Etnaclub cb telecomunicazioni Santa Venerina, Associazione volontariato protezione civile e ambientale di Zafferana, Associazione prevenzione e foreste Acireale, Misericordia Trecastagni e Misericordia di Zafferana, Associazione Rangers di Calatabiano.

All’esercitazione hanno partecipato anche alcuni volontari del Nucleo Vigilanza e Protezione Civile dell’Associazione Nazionale Carabinieri di Aci Sant’Antonio, che da diversi anni si occupa anche di ausilio in situazioni di pericolo, quali incendi, allagamenti e, appunto, terremoti.

Per l’esercitazione è stato simulato un terremoto di magnitudo 7 che si è verificato a 2 km a nord del centro abitato di Trecastagni (CT) alle 04:57:03 ad una profondità di 10 km.

L’evento è stato localizzato dalla Sala Sismica INGV, ed è stata avvertita dalla popolazione di Trecastagni, Pedara e Viagrande, mentre è stato avvertito con intensità minore nelle località di San Giovanni la Punta, Zafferana e Nicolosi. Il Sindaco di Trecastagni ha attivato il COC per la gestione dell’emergenza.

Entusiasti i commenti di chi ha partecipato, soprattutto per lo spirito di collaborazione e affiatamento che si è instaurato tra le parti.

FONTE ORIGINALE: L’Urlo, Redazione, 16 aprile 2018




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.