I thè culturali di Amigdala – 2°


CARMELO FLORIO

Carmelo Florio medico psichiatra e cabarettista, ha iniziato a calcare le scene sin dal 1976 quando col Pomofiore portò alla ribalta di un emittente televisiva siciliana (Telecolor) le prime macchiette e i personaggi che scriveva e recitava a Radio Catania.
Nel 1978 assieme a Epi Vasta prima e Piero Zola (successivamente), per più di vent’anni ha costituito il duo Le Tagliole.
Ha iniziato ad esibirsi in teatri cabaret di Catania (Teatro Cab, Sala Harpago, Sala De Curtis), nelle piazze siciliane ed in circoli e club privati riscuotendo la simpatia ed il consenso di un vasto pubblico.
Già agli inizi delle emittenti locali siciliane ha preso parte a numerose trasmissioni televisive e negli ultimi anni con Le Tagliole ha fatto parte del cast di INSIEME, talk show siciliano, condotto da Salvo La Rosa su Antenna Sicilia.
Il repertorio (Florio è autore dei testi che recita) è costituito da divertenti dialoghi, scenette e parodie musicali su temi di attualità e satira sociale.
L’uso del dialetto siciliano è appena accennato e quindi consente l’ascolto e la comprensione anche ad un pubblico vasto.
Nel panorama dei gruppi cabarettistici siciliani, Le Tagliole da anni hanno rappresentato un punto di riferimento e sono stati molto apprezzati per la qualità e lo stile del loro cabaret.
Con i lavori teatrali (C’è poco da ridere… / E noi siamo già partiti / Ritagliolando etc.) hanno acquisito il consenso della critica e del pubblico siciliano.

Da circa 1 anno Carmelo Florio ha proseguito la sua ormai storica attività, mettendosi in gioco come solista.
Lo ricordiamo nel 2009 in Officine Cabaret alla Sala Harpago di Catania, con Chi non muore si rivede che raccoglie quaranta minuti di ricordi, brani musicali e monologhi che sdrammatizzando sul tema della morte lo riconsegnano al pubblico siciliano in una nuova veste.
Apprezzata anche una sua recente apparizione nei panni dello Psicanalista nell’ultima fatica di Ficarra e Picone: ”La Matassa”.