Le V classi continuano ad aspettare le sedie

VIAGRANDE: ELEMENTARI DON BOSCO.

Dovranno attendere altri 8-10 giorni gli alunni delle quinte classi delle Elementari S. Giovanni Bosco di via della Regione che fanno parte del comprensivo G. Verga di Viagrande, per ottenere le tanto sospirate sedie, a norma di legge.
Per la verità, l’arrivo delle sedie, in numero di 85, era stato annunziato dall’assessore alla P.I. Maria Rita Moschetto nel corso della riunione svoltasi venerdì 10 scorso, tra il dirigente scolastico prof. Giuseppe Trovato e un gruppo di genitori di alunni delle quinte classi, riunione convocata per illustrare il passaggio dei ragazzi tra le Elementari e le Medie ed alla quale era presente la stessa Moschetto.
La promessa dell’assessore non è stata disattesa: le promesse-sedie sono giunte in via della Regione nel corso della mattinata di venerdì scorso, ma sono state respinte… al mittente perché, alla verifica, la loro misura è risultata inadeguata: esse, cioè, sono risultate troppo basse rispetto ai banchi esistenti nelle aule dell’edificio delle Elementari. Ma come mai dopo tanti mesi di attesa le sedie ordinate e acquistate dall’amministrazione comunale sono risultate troppo basse per essere utilizzate dagli alunni? Una bella domanda alla quale abbiamo cercato di ottenere risposte adeguate dagli interessati.
L’assessore Maria Rita Moschetto fa sapere, per bocca del portavoce del sindaco, che le sedie sono state ordinate al fornitore esattamente con le caratteristiche descritte nella richiesta inoltrata agli uffici comunali dalla segreteria della scuola: pertanto l’assessore Moschetto, rammaricata per quanto avvenuto, assicura che le nuove sedie – stavolta con la misura giusta – perverranno all’edificio delle Elementari entro 8-10 giorni. Il dirigente scolastico – prof. Giuseppe Trovato – che ha atteso, con tanta pazienza, assieme agli insegnanti e agli alunni, l’arrivo delle sospirate sedie, ci ha risposto che non è in grado, sino a lunedì, di verificare la copia della richiesta scritta inoltrata dalla segreteria per riscontrare se le caratteristiche delle sedie richieste coincidono con quelle ordinate o sono differenti.
Intanto c’è chi fa anche lo spiritoso: infatti qualcuno dice “ma, sono le sedie ad essere troppo basse per quei banchi o sono i banchi ad essere troppo alti per le quinte classi e, of course, come direbbero gli inglesi, le sedie, pur essendo sedie per alunni delle quinte classi, sono risultate più basse e quindi inadeguate e cioè inservibili?”.

(font: La Sicilia – Paolo Licciardello, 28 febbraio 2010)