Viagrande. Cambia la circolazione lungo la via della Regione

A distanza di circa otto mesi dalla precedente ordinanza e per motivi contingenti (leggasi le spettacolari e ingombranti luminarie allestite per la festa patronale di S. Mauro) il sindaco di Viagrande, Vera Cavallaro, con una nuova ordinanza già entrata in vigore, ha rivoluzionato le direttrici di marcia lungo la via della Regione.
«E’ un provvedimento che ha validità temporanea – ha spiegato il comandante della polizia municipale locale, dott. Ernesto Pulvirenti – ma che potrebbe comunque servire da esperimento per futuri provvedimenti».
In buona sostanza, il flusso veicolare che proviene dalla via Aldo Moro, una volta raggiunta la via della Regione, per poter raggiungere piazza S. Mauro e la zona nord del paese deve obbligatoriamente imboccare la via Nello Simili, ritornare sulla provinciale per Zafferana e utilizzare l’angusta via Chiesa Antica oppure la via Rosario Scuderi. Stesso percorso per chi proviene da via S. T. Scuderi e deve andare in piazza S. Mauro. Se rispettato, questo nuovo piano di circolazione potrebbe rendere più agevole e più razionale il caotico traffico su via della Regione.
Da domani, quando la festa di S. Mauro entrerà nel vivo, sono previste altre e importanti deviazioni lungo l’asse Zafferana-Catania e Nicolosi-Acireale, a meno che gli automobilisti non decidano, nei giorni 14-15-16 e 17, di saltare completamente il territorio di Viagrande, scegliendo a monte (quadrivio alle porte di Monterosso Etneo) o a valle (bivio San Giovanni la Punta-Trecastagni) percorsi alternativi. Per superare il centro storico di Viagrande, infatti, gli automobilisti verranno dirottati su percorsi alternativi (via Poio, viale Europa, via Regina Elena, Scalatelli, via Indirizzo, Viscalori e via Luigi Scuderi) dove potrebbero andare incontro a prevedibili ingorghi. Tutto ciò tempo permettendo, naturalmente.

(font: La Sicilia – Paolo Licciardello, 13 gennaio 2010)