Viagrande. Quindici gruppi folk in scena

Da stasera a domenica sera nell’anfiteatro della villa comunale si svolgerà la seconda edizione del «Folklore siciliano», curato dal comitato regionale della «Fitp». Nel corso delle tre serate, con inizio alle 20,30, si esibiranno 15 gruppi folkloristici. Oggi in programma: «Città di Milazzo» Milazzo, «Kore» Enna, «A Musetta» Troina, «Della Cordella» Castellana Sicula, «Kallipolis» Giarre. Domani: «Nebrodi» Ficarra, «I Carridi» Messina, »Terrazzini di Trabia» Trabia, «Eremo S. Croce Tataratà» Casteltermini, «Gallodoro» Milena. Domenica mattina: i Canterini e i gruppi folklorici «Granfonte» Leonforte (En), «Pietraperzia» Pietraperzia (En), «Eremo S. Croce Tataratà» Casteltermi (Ag). Durante la sfilata dei vendemmiatori in serata i gruppi «La Madonnina» Messina, «Aulos» Catania, «Granfonte» Leonforte, «Pietraperzia» di Pietraperzia (En), «Voce dell’Etna» Catania.

(font: La Sicilia – Paolo Licciardello, 18 settembre 2009)

Nota giunta in redazione:

Con la presente tengo a precisare, che venerdì 18/09/2009, in occasione della seconda edizione del “Folklore Siciliano” svoltasi nella villa comunale di Viagrande, si è esibito il gruppo folk “VECCHIA JONIA” città di Giarre-Riposto al posto del gruppo folk Kallipolis di Giarre come erroneamente citato nei manifesti.

Kallipolis

  2 comments for “Viagrande. Quindici gruppi folk in scena

  1. Kallipolis
    20 settembre 2009 at 15:09

    Con la presente tengo a precisare, che venerdì 18/09/2009, in occasione della seconda edizione del “Folklore Siciliano” svoltasi nella villa comunale di Viagrande, si è esibito il gruppo folk “VECCHIA JONIA” città di Giarre-Riposto al posto del gruppo folk Kallipolis di Giarre come erroneamente citato nei manifesti, quindi invito la redazione a modificare il testo.

  2. 20 settembre 2009 at 16:59

    Non posso modificare l’articolo in questione in quanto ripreso dalla testata “La Sicilia” a firma Paolo Licciardello. Aggiungerò comunque il vostro commento in coda all’articolo, come nota di redazione.
    Grazie.

    Mario Macrì