Eccellenza B. San Pio espugna Milazzo e va in testa. Poker del Palazzolo, scialbo 0-0 tra Sant’Agata e Acireale – Il resoconto

Lo Scordia continua a vincere e avvicina la zona play off, il Viagrande ne fa dieci al Belpasso. Pistunina corsaro a Torregrotta, reti bianche in Taormina-Rosolini.

Eccellenza B

Si sono giocate tra ieri e oggi le gare valide per la 23^ giornata del girone B di Eccellenza. Di seguito il resoconto:

L’ANTICIPO: GIARRE-ROCCA DI CAPRILEONE 0-1

Continua il momento positivo della squadra messinese, giunta alla sesta vittoria nelle ultime otto gare. La squadra di mister Palmeri riscatta la sconfitta interna patita una settimana fa ad opera del Milazzo e si impone al “Regionale” contro il Giarre. Dopo un primo tempo combattuto, con i gialloblu pericolosi con Aleo e Compagno e i biancazzurri che rispondono con Viscuso, nella ripresa sono ancora i padroni di casa a partire meglio. Il Giarre reclama per un rigore per un presunto contatto in area su Patti, l’arbitro lascia giocare. Il rigore arriva invece all’87’ a favore del Rocca, quando il direttore di gara punisce una trattenuta in area e Matera trasforma il tiro dal penalty regalando ai suoi tre punti.

BIANCAVILLA-SCORDIA 1-2

Continua a cullare ambizioni play off lo Scordia di mister Romano, giunto al decimo risultato utile consecutivo (sette i successi di fila). La zona che garantisce l’ingresso agli spareggi promozione dista ormai soltanto quattro punti e con la vittoria sul campo del Biancavilla i rossazzurri hanno inguaiato proprio la squadra gialloblu, che adesso si trova a +2 dalla zona play out. A partire forte è proprio la squadra scordiense, che ci prova con Taormina. I padroni di casa rispondono con Garufi, ma al 34’ ospiti in vantaggio con un colpo di testa di Gambino su assist di Tarantino. Nella ripresa calano i ritmi, poi lo Scordia trova il raddoppio al 73’ con Taormina, che batte Lazzaro con una conclusione in diagonale. I gialloblu non ci stanno e riaprono la gara soltanto al 92’, con un gran tiro di Strano che supera Valenti. È però troppo tardi, ad aggiudicarsi i tre punti è la squadra di mister Romano.

MILAZZO-SAN PIO X 0-1

Era uno dei big match di giornata, ad aggiudicarselo è la squadra di Pidatella che, dopo aver espugnato il “Salmeri” di Milazzo, si porta in testa alla classifica. Gara tirata, come comprensibile, ma le emozioni non sono mancate, con i rossoblu vicini al gol nei secondi iniziali con Raia. Poco prima della mezz’ora la squadra di casa va in rete con Ancione, ma il gol viene annullato per fuorigioco. A pochi minuti dall’intervallo, ospiti pericolosi con Furnò, ma Ingrassia si fa trovare pronto. Nella ripresa, mamertini pericolosi con D’Anna, ma al 58’ la formazione biancorossa passa in vantaggio: sgroppata di Maimone sulla sinistra, palla in mezzo con la difesa locale tagliata fuori e Leon Merito di testa deposita in rete. I rossoblu cercano subito di reagire, ma Romano è bravo a opporsi a Cannavò, che conclude da buona posizione. Negli ultimi minuti forcing finale dei padroni di casa e ospiti che restano in dieci per l’espulsione di Viglianisi (doppio giallo), ma la difesa biancorossa regge e fa bottino pieno.

PALAZZOLO-REAL AVOLA 4-0

Quindicesimo risultato utile consecutivo per i gialloverdi che fanno un sol boccone del malcapitato Real Avola, imponendosi con un poker e portandosi al secondo posto in classifica. Padroni di casa pericolosi già nei primi minuti, ma è al 17’ che il risultato si sblocca grazie all’inserimento di Fichera che riceve da Boncaldo e ribatte in rete dopo l’iniziale ribattuta di Strano. Il copione si ripete subito dopo la mezz’ora con lo stesso Fichera che in mischia mette in rete dopo un batti e ribatti in area. Si va al riposo sul 2-0, in avvio di ripresa la squadra di casa sfiora il tris con Filicetti e lo trova al 71’ con lo scatenatissimo Fichera che ribadisce in rete dopo una respinta di Strano su Guirado. Il gol del definitivo 4-0 arriva nel recupero con Grasso, che realizza dalla distanza.

SANT’AGATA-ACIREALE 0-0

Pari a reti bianche nell’altro big match di giornata, quello che vedeva opposti biancazzurri e granata. Davanti al pubblico delle grandi occasioni, le due squadre dànno vita a un confronto che non produce gol. Prima occasione per gli acesi, con Fuscello che scappa sulla destra e mette in mezzo per Concialdi, ma il pallone sbatte sull’esterno del palo. Al quarto d’ora Mincica va giù in area e viene ammonito per simulazione. Cinque minuti dopo, Scariolo scappa e serve Mincica, la cui conclusione centra la traversa. Stessa sorte un minuto dopo, con l’attaccante che colpisce ancora il legno. Gli etnei provano a reagire con Concialdi, ma a inizio ripresa la squadra di Ferrara, espulso per aver scalciato il pallone, sfiora ancora il gol trovando nuovamente la traversa dopo un tentativo di Carrello deviato da Ferla. Acesi poi vicini al gol con Contino, il cui pallonetto supera Scurria e viene salvato sulla linea da Aiello. Nel finale, si salva ancora l’Acireale con Ferla che devia in angolo una conclusione di Mincica.

SPORTING TAORMINA-ROSOLINI 0-0

Altro risultato a occhiali, quello fra Taormina e Rosolini, che fanno un passetto in avanti verso la salvezza. In un match condizionato dalla pioggia, le due squadre si sono fronteggiate a viso aperto. Ospiti vicini al vantaggio con Melluzzo al 25’, ma il suo tiro sorvola la traversa. Al 70’ è lo stesso attaccante a impegnare Scordino e costringerlo a salvarsi in corner. Gli ionici si rendono pericolosissimi all’82’ colpendo un palo e sfiorando la rete del vantaggio, nel finale ci prova ancora Melluzzo, il quale impegna Scordino.

SPORTING VIAGRANDE-BELPASSO 10-0

Sfida senza storia quella tra le due compagini catanesi, con il Viagrande che si impone con dieci reti di scarto e compie un prezioso balzo in avanti in classifica, rispondendo così al Rocca. La squadra di Jemma si aggiudica la sfida grazie alle cinque reti messe a segno da D’Emanuele e ai gol realizzati da Scapellato, Marziale, Costa, Chiglien e Dama. Dal canto suo, il Belpasso imbottito di giovani resta inesorabilmente al penultimo posto in classifica.

TORREGROTTA-PISTUNINA 0-1

In un derby di bassa classifica, la squadra di Romeo si impone sul campo del Torregrotta. Prima occaione per i padroni di casa al 4’, con Sciliberto che spedisce a lato. Lo stesso Sciliberto sbaglia ancora cinque minuti dopo, mentre per il primo squillo ospite bisogna aspettare il 22’ con il tiro al volo di MInissale che termina alto. Alla mezz’ora, occasione per Cariolo, ma Vinci si oppone. Nella ripresa, Isgrò impegna il portiere ospite, poi Sciliberto impegna Papale. L’episodio che decide il match arriva al 64’, con Minissale che si fa trovare pronto su un traversone dalla destra di Gazzé e insacca nell’angolo più lontano beffando Vinci. Successivamente, gli ospiti sfiorano il raddoppio con Buscema, poi i torresi vanno vicini al pari con Falcone, che però alza incredibilmente sopra la traversa. Con questi tre punti, i rossoneri sono ancora fuori dalla griglia dei play out, ma nelle prossime settimane la classifica in coda potrebbe subire ulteriori rivoluzioni.

Per consultare la classifica aggiornata, CLICCA QUI.

Luca Di Noto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.