Viaggio in Italia sulla scia delle farfalle.

Attacus LorquiniPer contrastare la confusione della realtà odierna, dominata dalla volubilità meteorologica di settimane climaticamente agli antipodi, perché non mettersi in viaggio inventandosi un itinerario fuori dal comune.
Un cammino che permetta di ritrovare la rassicurante certezza del susseguirsi ciclico e immutabile delle stagioni. E che consenta di recuperare gli elementi distintivi per dimostrare che, nonostante l’alternarsi di giornate dalla calura ferragostana ad altre dal cupo sapore novembrino, la primavera in fondo esiste ancora.
Primavere come quelle dei ricordi, piene di colline, campi fioriti di papaveri e soprattutto farfalle: note policrome al centro della natura. Mettersi sulle tracce delle farfalle non è difficile, perché l’Italia è ricca di oasi naturali a loro dedicate.
La penisola è, infatti, costellata di centri a tema più o meno grandi che rendono materiale e palpabile una passione dal sapore antico che sembrava sopravvivere (purtroppo) soltanto nei quadretti sulle pareti di case dal sapore retrò.
Decine di musei viventi che illuminano l’Italia come le luci di una città vista da un aereo, piene di fotoni dai colori sgargianti e dalla vita fuggevole. In questo viaggio verso il sole, dalla monolitica imponenza delle Alpi sino al suggestivo calore dei paesaggi siciliani, molte sono le tappe per i pellegrini sulla via di questi scenografici insetti.
Sulle tracce delle metamorfiche creature tre approdi imperdibili per il weekend, ma non solo, sono i santuari di Bordano (UD), Montegrotto Terme (PD) e Viagrande (CT). Bordano è un paese di quasi ottocento anime incastonato tra due monti, nel cuore della provincia di Udine, che con le farfalle ha una sorta di legame simbiotico.
Gli insetti, appartenenti a quasi 100 specie diurne e 500 notturne, che da sempre abitano questi luoghi e i loro microclimi, hanno contribuito a dare nuova vita a questo borgo, rendendolo celebre in Italia e all’estero come il paese delle farfalle. Contribuendo a risollevare i suoi abitanti dalla distruzione causata dal terremoto del 1976.
La casa delle farfalle di Bordano, una delle strutture più grandi d’Europa, è un vero e proprio tempio apparentemente dedicato alla capacità di queste creature di mutare la propria forma per ritornare a volare leggere a ogni primavera.
Oltre mille mq. di serre con giardini dove sono riprodotti persino i climi pluviali di zone lontane come Africa, Asia e Amazzonia e dove si muovono e si riproducono sia le farfalle autoctone sia quelle appartenenti a più di cento specie tropicali.
La struttura, inoltre, ospita una serie di mostre e iniziative dedicate alla natura e ai suoi affascinanti misteri. Esposizioni riguardanti non solo il mondo degli insetti, ma anche altre curiose forme di vita sia vegetali che animali.

Casa delle Farfalle – Bordano (UD), Tel. 0432 988135 – Email info@casaperlefarfalle.it – Url www.casaperlefarfalle.it, aperto fino a ottobre, tranne i lunedì di giugno, settembre, ottobre.

(font: Il Reporter – Francesco Marchesi, 27 maggio 2009)