Seby Scandura riconfermato alla guida del Viagrande C5

Legame indissolubile.

La programmazione della nuova stagione agonistica 2022/23 per il VIAGRANDE C5 inizia dalla riconferma alla guida tecnica della prima squadra di coach Seby Scandura. 

Seby Scandura riconfermato alla guida del Viagrande C5
Il Presidente Mario Costanzo e coach Seby Scandura – Viagrande C5

Viagrandese, classe ’88, giunge nel club biancazzurro nel Febbraio del 2019, conducendo la squadra alla salvezza nel campionato di serie C2. Le successive due stagioni sono segnate dalla pandemia, con tornei più volte sospesi o chiusi anticipatamente.

Tra questi spicca l’ottima stagione 2019/20 con il roster biancazzurro in lotta per le posizioni di vertice del campionato di serie C2, mentre nella stagione seguente si disputano appena tre partite prima del definitivo stop. Superate le fasi dell’emergenza pandemica, Scandura riesce ad esprimere appieno le sue qualità guidando la squadra per un campionato intero, quello appena trascorso, con il team biancazzurro che da matricola approda fino ai playoff regionali, dopo una stagione condotta sempre nelle prime posizioni del girone B di serie C1. 

Riconferma ampiamente meritata per un tecnico giovane, emergente e che ha attirato l’attenzione di tanti club, anche se poi hanno prevalso fra tecnico e società le ragioni di un progetto tecnico in continua crescita come lo stesso Seby Scandura ci spiega. 

“Ringrazio la società e il presidente Mario Costanzo per la gratitudine e la riconoscenza del lavoro svolto con questo club, afferma il riconfermato tecnico biancazzurro Seby Scandura. Questa ulteriore attestazione di stima e fiducia ci consente di proseguire un lavoro già iniziato da qualche anno e che ha ancora dei margini di crescita importanti”. 

Tante le richieste per Seby Scandura anche da club di categoria superiore.

“Si, si. Di questo sono lusingato, per certi versi e la ratifica del buon lavoro svolto in questi anni. La prospettiva di una categoria superiore era sicuramente allettante, ma quando si devono assumere le decisioni importanti valuto diversi parametri. Alla fine ho optato per la prosecuzione di un progetto come quello del VIAGRANDE C5 che con una linea di continuità può riservare ampi margini di crescita”. 

Si riparte da un gruppo solido e che in larghissima parte sarà riconfermato.

“Ragazzi splendidi dal punto di vista umano e con grandi valori tecnici. Si, rispetto alla scorsa stagione apporteremo in accordo con la società poche variazioni all’organico; alle partenze bilanceremo con altrettanti innesti non soltanto dal punto di vista numerico ma della qualità”.

Dopo il secondo posto e i playoff regionali tutti gli occhi saranno puntati sul VIAGRANDE C5 atteso quantomeno ad un campionato dello stesso tenore come quello appena concluso.

“Gli esami fanno parte della vita e dello sport. Lo scorso anno partivamo da debuttanti per la categoria e siamo riusciti a farci apprezzare per la nostra continuità di gioco e risultati. Certo, quest’anno tutti ci guarderanno con una prospettiva diversa, e dovremo dare prova delle nostre potenzialità. Normale che si punti sempre a migliorare, anche se ripetere una stagione come quella appena conclusa sarebbe un risultato eccellente. Sappiamo che sarà difficile, ma avremo tutti una maggiore esperienza acquisita in questo primo anno di militanza in C1. Questo gruppo ha ancora ampi margini di crescita e vuole continuare il buon percorso intrapreso”. 

Con l’avvio del nuovo campionato di serie C1 si dovrebbe tornare giocare al Palasport di Viagrande, dopo tantissimi anni. 

“Mi legano ricordi bellissimi a questa struttura, da calciatore, proprio con la maglia del Viagrande. Ritornare a giocarci mi emoziona un po’, ricordando quelle entusiasmanti serate con un pubblico che trascinava la squadra. Posso dire che uno dei motivi che mi ha spinto a vivere un’altra stagione alla guida del Viagrande C5 è anche questo. Vogliamo riportare il grande pubblico al Palasport con una squadra che sia capace di far vivere emozioni forti e intense alla tifoseria. Le condizioni ci sono tutte, un gruppo valido e solido, una società organizzata e con una sana programmazione proiettata al futuro con i giovani al centro del progetto e adesso con una struttura sportiva consona alla categoria come il Palasport. Abbiamo fatto molto bene in questi anni e sono certo continueremo a farlo anche il prossimo anno”. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.