Fuochi d’artificio del Melfa’s Basket

... annientata Aci Bonaccorsi 114 – 64


Gela. Un Melfa’s Basket esplosivo vince senza troppi patemi la sfida contro Aci Bonaccorsi. I gelesi hanno buttato nel cesto avversario 114 punti tondi. Con questa vittoria i gelesi si portano a quota 8 punti, mantenendo il primato del campionato di serie D. Coach Bernardo parte con il solito quintetto base, attaccando subito la formazione avversaria e  mettendoli in difficoltà, soprattutto con i lunghi sotto canestro. Un primo quarto a senso unico con i biancorossi che chiudono 35-12. Nel secondo quarto ancora dominio dei padroni di casa, inarrestabili con i tiri da tre punti con G. Caiola, che a fine gara chiude con un personale di 30 punti. Biancorossi che chiudono il parziale con 24 punti di vantaggio: 52-28.

Nella ripresa, coach Bernardo inizia a far entrare anche quelli che in queste prime gare di campionato hanno avuto poco spazio. Il copione non cambia, anzi, i gelesi non guardano in faccia l’avversario, chiudendo il terzo quarto per 88 – 43.

L’ultima frazione inizia con il quintetto locale che ha il pieno controllo della gara. Aci Bonaccorsi continua a giocare cercando di accorciare le distanze; i biancorossi gestiscono bene gli ultimi dieci minuti, chiudendo il match 114-64.

“Quattro vittorie in quattro gare è un buon bottino – dice coach Bernardo. Abbiamo giocato un’ottima gara contro una squadra ben attrezzata. Ancora una volta abbiamo cercato di attaccare gli avversari fin dal primo quarto. Stiamo lavorando tanto, soprattutto nei dettagli, e si iniziano a vedere i frutti. Stiamo crescendo – continua – sotto tutti i punti di vista ma per adesso dobbiamo pensare ogni domenica all’avversario di turno. La prossima settimana toccherà a noi il turno di riposo ma ci alleneremo comunque, sempre con intensità. Sono molto soddisfatto della prova della squadra ma soprattutto del calore del nostro pubblico – conclude- perché anche stasera sono stati tantissimi a sostenerci.”

FONTE ORIGINALE: Quotidiano di Gela, Giuseppe Fiorelli, 05 novembre 2018

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.