Dalla ricerca scientifica all’attività politica

Intervista alla candidata Elisa Giuffrida.

Elisa GiuffridaViagrande– Sono giorni di riflessioni e fermento nel piccolo paese alle pendici dell’Etna. Tante personalità sembrano emergere in questa nuova tornata elettorale. Tante proposte e tanti punti di riflessione fanno emergere già profili politici differenti. Migliorare la viabilità, promozione dell’agro alimentare e dell’indotto economico sembrano essere alcuni punti su cui punta la lista capitanata dal già Sindaco Enzo Sanfilippo.

Elisa Giuffrida, di anni 35 anni, propone la sua decennale esperienza nella ricerca sperimentale alla “Lista Noi per Viagrande” a servizio della comunità Viagrandese. I motivi che hanno spinto per un impegno diretto sono stati tanti e accresciuti nel tempo.

– Gentile Giuffrida, come farà a trasferire le sue conoscenze scientifiche nella vita pubblica?

“Il mio lavoro nell’ambito della ricerca sperimentale richiede un’attività meticolosa e costante non solo quotidiana ma il più delle volte programmatica. Sono queste delle armi essenziali per raggiungere piccoli e grandi risultati. Sia a lungo che a breve termine.

– Quali sono le altre attività che hanno contraddistinto la sua formazione professionale?

“Da circa quindici anni mi occupo di gestire, organizzare e condurre eventi di promozione del territorio. Ciò mi permette di interagire non solo con tante persone, ma anche con numerosi enti, associazioni di categoria ed istituzioni vere e proprie. Un lavoro di integrazione non da poco, che potrebbe tornare utile al territorio, nell’ organizzare eventi dando nuova vita alla comunità”.

– Come immagini Viagrande nei prossimi anni?

Immagino una realtà piena di vitalità, fermento ed entusiasmo capace di restituire ai cittadini e al territorio una dignità economica e lavorativa che da tempo manca. Un luogo in cui integrare differenti realtà partecipative al fine di dare la possibilità ai giovani di restare nella propria terra. Ridando la giusta e doverosa rivalutazione del nostro territorio. Così come ho cercato più volte io, con insistenza di rimanere nei luoghi che hanno segnato le mie origini.

Clemente Cipresso

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.