Terremoto Sicilia: scossa superficiale in provincia di Catania

Paura alle falde dell'Etna, in Sicilia. Un terremoto ha scosso il comune di Aci Sant'Antonio svegliando la popolazione alle 4:11 di questa mattina.

Due significative scosse di terremoto sono state registrate, questa notte, in Sicilia. La prima, avvertita alle 2:16, ha avuto una magnitudo debole di due gradi della scala Richter, epicentro in mare, nel mar Tirreno meridionale, profondità di 131 chilometri ed a 42 chilometri dalla città di Messina. Il secondo terremoto, delle 4:11, ha fatto sobbalzare gli abitanti dell’area alle pendici dell’Etna.

Terremoto Sicilia: scossa superficiale in provincia di Catania

Il sisma ha avuto un epicentro individuato dagli strumenti dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia a tre chilometri a nord di Aci Sant’Antonio, un piccolo comune in provincia di Catania. L’ipocentro del terremoto è stato di due chilometri di profondità, quindi relativamente superficiale, ed è stato accompagnato da una serie di boati che hanno allarmato la popolazione. Il sisma è stato avvertito anche nei comuni di Viagrande, Trecastagni, Aci Bonaccorsi, Aci Catena ed Acireale; centri ad una distanza dall’epicentro compresa tra i tre ed i cinque chilometri.

FONTE ORIGINALE: Scienze Notizie, Angelo Petrone, 17 ottobre 2017

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.