Sporting Taormina – Viagrande 1-0

Sporting Taormina
Taormina – Lo Sporting Taormina riesce a portare a casa tre punti importantissimi in chiave salvezza grazie ad una rete nel primo tempo del capitano Emanuele. Partita molto combattuta che entrambe le squadre hanno cercato in ogni modo di vincere; unica nota stonata è stato l’arbitraggio nettamente insufficiente del signor Gemelli che ha costretto i padroni di casa a giocare quasi l’intero secondo tempo con un uomo in meno e li ha anche sfavoriti in diverse occasioni.

Sono gli ospiti a rendersi subito pericolosi grazie ad un calcio di punizione al 4’ pt di D’Emanuele ma Di Benedetto si fa trovare pronto alla parata. All’11’ pt risposta dei padroni di casa con un tiro di Emanuele ben servito da Urso, ma la conclusione termina fuori. Al 21’ pt arrivano le prime proteste dei locali: Giannaula ruba palla a Caruso e deposita in rete, ma il direttore di gara non è d’accordo e fischia un dubbio fallo all’attaccante dello Sporting Taormina. Al 28’ pt ci prova pure Scarlata con un tiro dalla distanza ma il suo tentativo finisce di poco fuori. Il Viagrande si rende pericolosissimo al minuto 34 con un colpo di testa di Marziale che, da posizione favorevolissima, mette alto. Al 41’ pt arriva la rete che decide l’incontro: Emanuele riceve un cross dalla destra e tocca il pallone quel tanto che basta per battere Caruso. Gli ospiti provano subito a raddrizzare la partita al 45’ pt ma Di Benedetto è bravissimo a deviare in angolo un tiro di Cannone.

Il secondo tempo parte subito male per i locali: al 9’ l’arbitro estrae ancora una volta il cartellino giallo a Puglia, per un semplice fallo a centrocampo, e lo manda anzitempo sotto la doccia. Nonostante l’inferiorità numerica, al 9’ st è Scarlata a rendersi pericoloso con un colpo di testa che viene salvato sulla linea da un difensore avversario. Al 13’ st ci prova Dama con un gran tiro dal limite dell’area che trova pronto il portiere alla deviazione. Ancora ospiti pericolosi al 27’ st con D’Emanuele che colpisce la parte alta della traversa. Nell’ultimo quarto d’ora di gara, partita continuamente spezzettata a causa dei numerosi falli: a farne le spese è Guglielmino che viene espulso dalla panchina dopo le proteste per un colpo a Scarlata. L’ultima occasione è per i padroni di casa nei minuti di recupero, grazie ad un contropiede di Gallo, ma la sua conclusione termina fuori.

Sporting Taormina: Di Benedetto, Abate, Urso, Puglia, Filistad, Trovato, Emanuele, Scarlata, Buda (19’ st Famà), Giannaula (43’ st Spampinato), Calcagno (47’ st Gallo). A disp.: Saia, Lo Cascio, Guglielmino, Miuccio. All.: Coppa

Viagrande: Caruso, Borzì, Cannone (34’ st Santangelo), Basile, Amore, Tornatore, Spina, Tomarchio, Costa (33’ pt Dama), Marziale (19’ st Merenda), D’Emanuele. A disposizione: Gulisano, Chiglien, Maccarrone, Mazzamutu. All. Jemma (squalificato)

Arbitro: Gemelli di Messina

Assistenti: Vasques e Gianino di Siracusa

Note: espulso Puglia al 7’ st