Calcio: il Giarre impatta per 1-1 con lo Sporting Viagrande

Giarre - Sporting Viagrande
Continua il momento positivo del Giarre, che lascia indenne lo stadio comunale “Francesco Russo” di Viagrande impattando per 1-1 contro la locale formazione allenata dal tecnico Vittorio Jemma.

Malgrado le assenze dell’interditore Patti, del terzino sinistro Villani, del bomber Aleo e dell’esterno Monte, i gialloblù dunque prolungano la propria brillante serie. Ciononostante, pur avendo inanellato il quinto risultato utile consecutivo, il club del duo Nirelli-Massimino è rientrato a Giarre con l’amaro in bocca per essersi visto sfumare il successo negli ultimi sussulti di gara.

Dopo la rete da cineteca realizzata da Privitera al 26′ del secondo tempo con una staffilata da circa trenta metri insaccatasi a fil di palo, i biancazzurri hanno infatti trovato il goal del pari, al 43′ del secondo tempo, con un velenoso tiro di Basile, che prima di gonfiare la rete, ha urtato contro il terreno di gioco per poi rotolare “lemme lemme” verso la porta, alla sinistra di Nicotra.

Sono state vibranti le proteste sul fronte gialloblù in occasione del pari dei locali in quanto, prima che si sviluppasse l’azione che ha determinato il goal, Santitto e Leotta erano stati vittime di falli non sanzionati. Da una rimessa è scaturita poi la giocata vincente di Basile che, per l’appunto, ha tirato fuori dal cilindro un tiro che è valso l’1-1.

Pur soffrendo le sortite dei padroni di casa durante l’arco della gara, i gialloblù non hanno tuttavia mai dato la sensazione di poter cedere di schianto alla forza d’urto dei locali, mostratisi molto propositivi soprattutto nella prima frazione di gioco.

E’ comunque inconfutabile che il maggior numero di giorni a disposizione, rispetto ai gialloblù, per smaltire le tossine dell’ultimo incontro, ha fatto inevitabilmente pendere l’ago della bilancia, sul piano dell’intensità di gioco, in favore dello Sporting Viagrande, misuratosi con un Giarre che, solo tre giorni prima, era stato impegnato in un duello all’ultimo sangue con il Biancavilla.

Per la sfida contro lo Sporting Viagrande, mister Fichera ha schierato un 4-4-1-1: Nicotra tra i pali, Vecchio terzino sinistro, Curcuruto terzino destro, Famà e Di Benedetto nel cuore della difesa, Leotta ala sinistra, Santitto ala destra, Compagno e Napoli in mezzo al campo e Nirelli nella posizione di trequartista alle spalle di Dadone.

Al 4-4-2 di Fichera, Vittorio Jemma, con il suo Sporting Viagrande, ha replicato con un modulo praticamente speculare, ovvero con un 4-4-2: Caruso tra i pali, Borzì e Lopez esterni bassi, Cannone e Amore nel cuore della difesa, Basile e Tomarchio in mezzo al campo, D’Emanuele ala sinistra, Scapellato ala destra e Costa in avanti insieme a Dama. Quasi subito, Maccarone ha rilevato però Lopez.

Al 6′ minuto del primo tempo, su una punizione di Napoli, Dadone viene atterrato in area ma il direttore di gara sorvola lasciando correre il gioco. All’8′ del primo tempo, sugli sviluppi di un corner,l’esterno sinistro D’Emanuele tira di interno destro a giro ma la palla si spegne sopra la traversa. All’11’ del primo tempo, è provvidenziale l’intervento in chiusura di Di Benedetto su Dama. Pertanto il centrale difensivo gialloblù legge bene la trama offensiva dei locali.

Al 13′ del primo tempo, Dama serve Costa il quale allarga il gioco sulla destra per Scapellato la cui centrata viene intercettata in area da Curcuruto, il quale ci mette una pezza. Al 19′ del primo tempo, Dama effettua un passaggio al volo per Scapellato il quale sfonda sulla corsia di sinistra gialloblù ed entra in area restituendo la sfera a Dama che arriva a rimorchio e spara di prima intenzione mandando la sfera alta.

Al 23′ del primo tempo, lo Sporting Viagrande continua a premere. Basile sforna un lancio ben calibrato per D’Emanuele che a due passi dalla porta, tutto solo, effettua una mezza rovesciata, la quale termina di poco fuori. Subito dopo, Dama, ben servito da Scapellato, spara verso la porta ma il portiere gialloblù Nicotra respinge il tiro. Al 30′ del primo tempo, Dama a ridosso dell’area inventa una scucchiaita per Scapellato ma Nicotra è tempestivo nell’uscita.

Al 32′ del primo tempo, Scapellato confeziona un assist dalla destra per Dama che però non impatta bene la sfera mandandola a lato. Al 35′ del primo tempo, lo Sporting Viagrande, schierato con un 4-4-2 che in fase offensiva diventa o un 4-2-3-1 o un 4-2-4, non desiste. Dama infatti scocca una bordata da fuori area ma Nicotra respinge. Al 37′ del primo tempo, la punizione del centrocampista Napoli, viene arpionata dal portiere di casa Caruso.

Poco dopo, i locali si rendono pericolosi con una incrusione di Scapellato sulla destra. Famà però non si fa bruciare e in scivolata manda la sfera in angolo. In seguito, D’Emanuele, al 41′ ndel primo tempo, prova a inquadrare la porta con una mezza rovesciata ma il pallone termina a lato. Al 42′ del primo tempo, il centrocampista di casa Basile tenta una staffilata da fuori area che però viene respinta casualmente da un suo stesso compagno di squadra.

Al 44′ del primo tempo, Napoli batte una punzione sulla cui traiettoria si fionda Compagno ma senza riuscire a incocciare la sfera di testa. Al 46′ del primo tempo, Costa dal limite dell’area mette la palla nel cuore della stessa per Tomarchio il cui colpo di testa è preda di Nicotra.

Finito il primo tempo sullo 0-0, nella ripresa, al 2′ minuto, Costa entra in area e serve Scapellato che prova a mandare la palla tra palo e portiere ma Nicotra compie un prodigio respingendo il tiro. Poi una brillante percussione di Tomarchio semina il panico ma Vecchio intercetta la centrata. All’8′ del secondo tempo, l’esterno gialloblù Leotta scappa via lungo l’out di sinistra ma viene strattonato da Tomarchio, il quale diviene destinatario di un cartellino giallo.

Al 9′ del primo tempo, Compagno effettua un lancio con il contagiri che imbecca Di Benedetto. L’inzuccata di quest’ultimo si insacca in rete ma il guardalinee annulla il goal per un fuorigioco di Di Benedetto, apparso inesistente. Intanto il Giarre,a seguito dell’ingresso in campo del centrale di difesa Patanè, dirotta Famà a sinistra e Santitto nel ruolo di terzino destro.

Al 15′ del secondo tempo, Marziale, esterno dello Sporting Viagrande, entra in campo e su punizione costringe Nicotra a mandare la sfera sopra la traversa. Al 19′ del secondo tempo, Dama serve Costa sulla destra, il quale tira ad incrociare ma la sua conclusione si spegne a lato. Al 26′ del secondo tempo, matura invece il goal del Giarre. Un siluro da circa trenta metri di Privitera, da poco entrato, trafigge Caruso insaccandosi alla sua sinistra.

La botta vincente da distanza siderale del centrocampista gialloblù manda in visibilio i tifosi gialloblù presenti a Viagrande. Al 41′ del secondo tempo, a porta ormai sguarnita, Nirelli non riesce a inquadrare la stessa spedendo il tiro fuori. Al 43′ del secondo tempo, arriva la doccia fredda per il Giarre. Prima Santitto e poi Leotta subiscono fallo.

L’arbitro Comito però lascia correre. Basile approfitta della battuta della rimessa e, nel corso dell’azione, con un tiro al volo, da una certa distanza, che urta contro il terreno, riesce a spedire la sfera in rete. Successivamente, su cross dalla destra di Merenda, D’Emanuele, a distanza ravvicinata da Nicotra, incoccia la sfera di testa spedendola di poco a lato. Nel finale, Salvo Aleo entra al posto di Leotta nelle fila del Giarre.

Il triplice fischio sancisce un pari che, pur lasciando l’amaro in bocca al club di Nirelli perchè maturato nei minuti finali, regala comunque ai gialloblù la soddisfazione del quinto risultato utile di fila, a una settimana dal match contro l’ambizioso Palazzolo del centrocampista Baiocco, ex Juventus, Catania e Siracusa. Adesso, i punti del Giarre sono 29.

Umberto Trovato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.