L’attrice siciliana Manuela Ventura racconta il Viagrande Studios

Manuela Ventura

Un centro di ricerca, formazione e produzione per le arti performative. Questo è Viagrande Studios, progetto nato nel 2012grazie all’impegno della famiglia Migliori, imprenditori siciliani, che, insieme alla collaborazione di artisti, professionisti, docenti e giovani studenti, lavorano e investono sulla formazione e sull’arte, in una struttura dotata di sale prove, sale didattiche, teatro coperto e un’arena semicircolare, in un luogo incantevole alle pendici dell’Etna. Presto verrà completata anche la parte che prevede 44 posti letto in stanza doppia con mensa, zona relax, lavanderia.

L’obiettivo della direttrice generale Claudia Migliori e dei direttori didattici dei dipartimenti di danza e teatro Davide MontagnaManuela Ventura, è quello di creare rapporti e collaborazioni non solo con artisti del territorio, ma anche con realtà nazionali e internazionali del modo del teatro, della danza e della musica.

Solitamente i giovani siciliani che vogliono intraprendere un percorso artistico sono costretti a trasferirsi a Roma o a Milano. Quanto è importante avere una struttura del genere in Sicilia?«Partiamo dal presupposto che un attore, per antonomasia, ha sempre una valigia pronta, sotto il letto o accanto al comodino –racconta l’attrice siciliana Manuela Ventura. E consideriamo che per tutti sarebbe auspicabile il viaggio come concetto in senso lato, cioè quella spinta al confronto, alla consapevolezza, per affiancare alle proprie radici nuovi nutrimenti di crescita.

Proprio per questo nasce Viagrande Studios, un terreno dove coltivare, far spuntare i germogli, rinforzare i rami e le radici, permettere di creare innesti e nuove colture, invitare anche da fuori studenti per scambi culturali e professionisti per seminari intensivi e per sviluppare nuove ricerche nel campo dell’arte contemporanea.

La pensiamo come un’officina creativa, un luogo che vuole fare rete con realtà territoriali, nazionali e internazionali. Dunque, nonostante le difficoltà, è un investimento importante per comunicare che anche da noi, in Sicilia, è possibile sviluppare idee, cultura, formazione al fine di aggiungere alla chioma di questi nuovi alberi in crescita, foglie sempre più rigogliose».

Come riesci a dividerti tra le tue lezioni e gli impegni lavorativi? «I miei impegni lavorativi continuano, ci sono periodi di “sospensione” e periodi di grande “intensità”. A breve spero avremo notizia della messa in onda di una fiction targata Rai1 alla quale ho preso parte, “Questo è il mio paese”.  Al tempo stesso ho preso con grande passione l’impegno a Viagrande Studios. E’ un “lavoro” che sto man mano assestando, anch’io ho da imparare.

Lavoro alla pianificazione, alla progettazione, faccio lezioni, cerco di sviluppare contatti e tenere d’occhio eventi e nuove realtà. Cresce sempre più una bella, vivace e stimolante collaborazione con la direzione generale, Claudia Migliori, e ho un supporto fondamentale, creativo e propositivo con il regista, docente di recitazione e regia, Salvo Piro. E’ un modo anche per me per “sondare” nuove strade, capire insieme ai docenti come “parla” oggi il teatro, individuare le necessità formative dei giovani di oggi”.

Per portare avanti la mission si punta, oltre che sul corso triennale per attori, anche sulle nuove proposte. Ed ecco che dal 5 ottobre si dà il via a diversi seminari con nomi importanti nel panorama del teatro e della danza contemporanea: si studierà il linguaggio corporeo con il coreografo Giuseppe Muscarello (Compagnia Muxarte di Palermo), drammaturgia con l’autore e regista Tino Caspanello (Associazione Culturale Solaris – Compagnia Teatro Pubblico Incanto), la maschera contemporanea con l’attore e registaRoberto Capaldo (Associazione Rebelot di Milano), regia teatrale con i registi Salvo Piro (Accademia Nazionale D’arte Drammatica Silvio d’Amico) e Monica Cavatoi (Isole Comprese Teatro, Associazione Deva Teatri e BottegaLab).

Si terrà inoltre il seminario intensivo “Attore come Performer” condotto dal regista  Alessandro Fantechi (fondatore della Compagnia Isole Comprese e della Scuola di Teatro Sociale di Firenze), il seminario intensivo di Teatro Creativo condotto dall’attore e regista  Stefano Cenci (Compagnia  della Fortezza di Volterra e Teatro della Rocca di Novellara).

Ma le novità non finiscono qui. Viagrande Studios ospiterà infatti nella propria residenza la Compagnia francese Echo, del coreografoEmilio Calcagno, per la nuova produzione “Catania Catania”. Il lavoro del coreografo, dedicato alla sua terra di origine, debutterà al Festival Bolzano Danza a luglio 2016, per andare in scena nei teatri di tutta Europa. A Viagrande Studios si terranno non solo le audizioni per la scelta dei 9 danzatori che prenderanno parte allo spettacolo, ma verrà creata l’intera produzione durante un lavoro di 5 settimane.

Ed ancora quest’anno verrà proposta dal Dipartimento Danza la Masterclass annuale per danzatori “Linguaggi”: otto mesi di studio per approfondire i codici e i linguaggi della danza e della performance contemporanea. Oltre alle materie curriculari, quattro coreografi di fama internazionale approfondiranno tematiche di movement research, composizione e repertorio: Mattia Agatiello(Compagnia Fattoria Vittadini), Stefano Mazzotta (Compagnia Zerogrammi), Davide Sportelli (coreografo ed insegnante attivo in Europa) ed Emanuela Tagliavia (Accademia del Teatro alla Scala).

Un’altra novità riguarda la nascita di Jazz Accademy. Un’accademia jazzistica, coordinata da Lucia Calvagna, Giuseppe Finocchiaro e Pucci Nicosia, che intende fornire un’ampia offerta formativa nell’ambito della musica jazz e si rivolge a tutti coloro che desiderano iniziare o approfondire con docenti altamente qualificati lo studio di uno strumento musicale nel mondo jazz.

A tutti i seminari proposti è possibile accedere per selezione.
Per maggiori informazioni info su:
http://viagrandestudios.com
https://www.facebook.com/studiosdanzacinemamusica
telefono 095-7901080.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: