Acireale vs Viagrande, un pareggio che non soddisfa




Acireale vs Viagrande, un pareggio che non soddisfa ed un gol annullato per presunto fuorigioco.

 
su calcio di rigore il pareggio degli ospiti

Tutto nella ripresa tra Acireale e Sporting Viagrande

Acireale 1
Sporting Viagrande 1

Acireale: Arcoria, Di Nicolò, Sardo, Truglio, Amore, Cocuzza, Godino, Gatto, Nicolosi, Sinatra, Barberi (71′ Cantarella). All. Zanghì
Sporting Viagrande: Ravasco, Abate, Mauro, Strano, Cristaldi, D’Arrigo, Grazioso, Platania, Grasso (43′ Basile), Carbonaro, Scapellato (78′ Bonanno). All. Buttò
Arbitro: Toro di Catania
Reti: 48’Barberi, 76’su rig. Carbonaro.
Note: espulsi, Sardo al 76′ per fallo da ultimo uomo e Mauro del Viagrande per doppio giallo all’86’.

Acireale. Ultimo match della stagione per l’Acireale davanti il pubblico di casa contro un coriaceo Sporting Viagrande e penultima giornata della regular season. Pochissimi gli spettatori presenti al Tupparello, clima surreale e protesta che dunque continua contro società e giocatori. Match specchio di una stagione deludente che pure aveva per qualche giornata fatto tornare l’entusiasmo in seno alla tifoseria granata che sperava quanto meno di disputare i play off. La città di Acireale ha fame di calcio, vanta una tifoseria competente e dalle nobili tradizioni, la società lo sa bene e deve attrezzarsi al meglio per programmare la prossima stagione.
Acireale con una squadra completamente trasformata rispetto all’undici tipo che ha giocato gran parte della stagione. Il tecnico Zanghì punta sui giovani. Dall’altra parte lo Sporting Viagrande di Enzo Buttò con la formazione tipo. I viagrandesi giocano una buona gara, esprimono un buon calcio e confermano di essere tra le migliori formazioni del torneo. Prima frazione di gioco durante la quale regna tutto sommato l’equilibrio, i padroni di casa tentano di impensierire la retroguardia biancazzurra con un calcio di punizione di Cocuzza che sfiora la traversa. Ospiti che rispondono con una conclusione di Grazioso ben parata da Arcoria. Al 25′, Sinatra s’invola verso l’area avversaria calcia a botta sicura ma Ravasco salva deviando in corner. Nella ripresa Acireale più tonico e determinato. A tratti i granata mettono in difficoltà Basile e compagni ma senza riuscire ad essere concreti. Al 48′, arriva il vantaggio granata con Barberi il quale è bravo a cogliere l’angolo giusto alla destra di Ravasco. Al 76′, fallo in area locale di Sardo (nell’occasione espulso) su Platania: per l’arbitro è rigore, dal dischetto il bomber del torneo Nino Carbonaro non sbaglia e pareggia i conti. Nel finale una bella occasione sprecata da Nicolosi e la risposta avversaria affidata a Basile e Carbonaro, ma il risulttao non cambia.

Andrea Rapisarda