Amigdala: "Vienna nell'800 – Tra il serio e il faceto" col M° Pasquale Iannone

l’Associazione Culturale Amigdala

ha il piacere e l’onore di presentare un evento di grande pregio

CONCERTO APERITIVO

“VIENNA NELL’800?

tra il serio e il faceto

tenuto dal

M° PASQUALE IANNONE

pianista

Martedì 25 Marzo ore 20:00

presso Hotel Villa Paradiso dell’Etna

a seguire l’associazione Amigdala

avrà il piacere di offrire agli intervenuti un Aperitivo rinforzato

 

INGRESSO LIBERO

il presidente

Prof.ssa Maria Grazia Palermo

3277618179
mariagraziapalermo@amigdalaweb.it
facebook: Amigdala Web
www.amigdalaweb.it

 

PASQUALE IANNNONE

CURRICULUM

Segnalato come virtuoso di straordinarie capacità e pianista di raffinata sensibilità, Pasquale Iannone si è  diplomato al Conservatorio “Piccinni” di Bari con il massimo dei voti e la lode e al Royal College of Music di Londra con il Diploma d’Onore.

Ha studiato con A. Dilecce e G. Goffredo ed ha perfezionato i suoi studi con Michele Marvulli, Aldo Ciccolini, Marisa Somma, Piero Rattalino e con Eugenio Bagnoli (Venezia-Fondazione CINI) quale destinatario di una borsa di studio offerta dalla Fondazione “G. Cini”.

Vincitore di numerosi Concorsi Nazionali, è stato premiato in prestigiosi concorsi internazionali quali il Concorso “A.Casella” (Napoli 1989), “Carlo Zecchi” (Roma 1991), “Gina Bachauer” International Piano Competition (Salt Lake City – USA 1994), “ New Orleans” International Piano Competition (USA). Nel Luglio 2003, ha riportato uno straordinario successo nella “Web Concert Hall International Competition” (USA), vincendo questa competizione sia come solista che nella formazione di Duo pianistico con Paola Bruni.

Recentemente gli è stato conferito, con una cerimonia al Teatro dell’Opera di Roma, il Premio Internazionale “Foyer 2005” per la carriera e l’alto livello delle sue esecuzioni, seguito dal Premio “Cattedrale d’Argento” ricevuto dalle Associazioni Musicali della sua regione.

Le scelte di repertorio spesso inusuali e di grande caratura virtuosistica, come la trascrizione lisztiana per pianoforte della Settima Sinfonia di Beethoven, del Poema Sinfonico “Les Preludes” di Liszt, le grandi parafrasi su  Johann Strauss di Moritz Rosenthal oltre che le esecuzioni della produzione di Rachmaninov, gli hanno reso un grande apprezzamento della critica ed i consensi più entusiastici del pubblico che lo ha ascoltato.

La sua attività concertistica lo ha portato a suonare per importanti Società Concertistiche in Italia, Sala Verdi (Milano), Teatro Petruzzelli (Bari), Teatro Massimo “Bellini” (Catania), Teatro “Bonci” (Cesena),  USA (New York, New Orleans, Salt Lake City, Macon, Baton Rouge), Francia (Parigi – Salle Cortot, Centre Bosendorfer, Nancy), Scozia (Edinburgh Fringe Festival), Olanda (Concertgebow Recital Hall), Germania (Herford, Stuttgart), Romania, Corea del Sud (Seoul – Kumho Recital Hall) e Sud Africa (Pretoria, Johannesburgh, Cape Town).

E’ stato solista con varie orchestre italiane e straniere: Orchestra Sinfonica della Provincia di Bari, Orchestra Filarmonica del Teatro Petruzzelli di Bari, Orchestra Sinfonica della Provincia di Lecce, Orchestra Filarmonica Marchigiana, Orchestra “A.Scarlatti” di Napoli, Orchestra Filarmonia Veneta, Orchestra “Cantelli” di Milano, Orchestra del Teatro “Cilea” di Reggio Calabria, Orchestra Siunfonica dell’Aquila, Utah Symphony Orchestra (USA), New England Symphonic Ensemble (New York), Transvaal Philharmonic Orchestra, Cape Town Symphony Orchestra in Sud Africa, Nordwetdeutsche Philharmonic Orchestra (Germania), sotto la direzione di Michele Marvulli, Franco Caracciolo, Carlo Franci, Gianandrea Noseda, Reinard Schwartz, Jorge Mester, Flavio Emilio Scogna, Donald Portnoy, Ivan Meylemans, Ola Rudner.

Sue esecuzioni sono state trasmesse in diretta Radio dalla RAI, dalla KBYU di Provo (Utah,USA) e dalla CLASSIC FM (Sud Africa).

Per la casa discografica “Phoenix” ha inciso dal vivo il 3° Concerto op.30 di S. Rachmaninov per pianoforte e orchestra con l’Orchestra Sinfonica della Provincia di Bari e, sempre per la stessa etichetta, le Sonate op.1 e op.2 ed i primi due Studi di J. Brahms.

L’ultimo CD con musiche di Tschaikovsky e Rachmaninov, inciso su invito della Fondazione Cini di Venezia, ha avuto entusiastici consensi dalla critica, tanto da essere segnalato da Riccardo Risaliti come il miglior disco italiano del 2000 (Musica&Dischi).

E’ stato pubblicato, sempre per la Phoenix, un CD con musiche di V. Mortari inciso con il violinista Carmelo Andriani.

L’ultimo suo lavoro discografico, con musiche di Christian Carrara, è stato appena pubblicato per la Stradivarius.

Tra i suoi ultimi impegni figura l’esecuzione del Concerto per due pianoforti e orchestra di Poulenc in duo con il grande pianista, e suo maestro, Aldo Ciccolini e il suo debutto alla Carnegie Hall di New York (Stern Hall) ed in Giappone (Nagoya), concerti salutati con una standing ovation dal pubblico americano e giapponese.

Tra la fine del 2009 e la prima parte del l 2010, tra gli altri concerti, è  da segnalare il suo ritorno a New York (novembre 2009), l’esecuzione del 5° Concerto di Beethoven con l’Orchestra Filarmonica di Kiev (Cesena-dicembre 2009) e, nel Marzo 2010, una tournée di straordinario successo in Germania con la Nordwestdeutsche Philharmonie, che ha toccato varie città tedesche per concludersi  a Milano in Sala Verdi per la Società dei Concerti con l’esecuzione del Concerto op.59 di Moszkowski.

Nella Stagione 2010-2011 ha tenuto concerti in  Italia (Fazioli Concert Hall, Napoli, Capri, Bari, Messina etc.), USA (Carnegie Hall – Stern Hall – New York), Romania, Spagna  e Giappone e nella Stagione 2011-2012, tra gli altri concerti, è tornato alla Sala Verdi di Milano con la Württembergische Philharmonie Reutlingen con l’esecuzione del Concerto n.4 di Scharwenka che ha riscosso un grande successo di pubblico.

Invitato spesso nella giuria di Concorsi nazionali ed internazionali, ha tenuto masterclasses in Italia, Francia, USA, Corea del Sud, Belgio.

E’ docente di Pianoforte Principale presso il Conservatorio “Piccinni” di Bari ed è Direttore Artistico dell’Associazione Amici della Musica “M. Giuliani” di Barletta e del Barletta Piano Festival.

Suoi allievi sono risultati vincitori di competizioni nazionali ed internazionali.

Tra gli altri concorsi, gli allievi di Pasquale Iannone hanno vinto Primi Premi nelle competizioni: 2013 Hilton Head International Piano Competition, Aarhus International Piano Competition 2013- (Denmark),  2012 Eastman Young Artists International Piano Competition – USA,   2012 Thomas & Evon Cooper International Piano Competition – USA,  2012 Gina Bachauer Young Artists International Piano Competition – USA,   19th and 20th International Fryderyck Chopin Piano Competition for Children and Youth (Szafarnia – Poland),  2012 and 2011 Young Pianist of the North (Newcastle upon Tyne – England).

Negli ultimi due anni, Pasquale Iannone ha suonato sia in recital che con orchestra in Italia, Romania, Giappone, Francia, USA, Germania ed ha debuttato con grande successo in Turchia (Istanbul) con la Wiener Kammersymphonie ed in Messico con l’Orquesta Sinfonica del Estato del México.

 

Di lui hanno scritto:

“Ricordo Pasquale Iannone, giovanissimo, seduto al pianoforte nella mia classe presso l’Accademia di Biella per passarvi un’audizione. Rimasi subito colpito dalla potenza del suo suono ottenuto senza sforzo visibile, nonché dalla coerenza del suo discorso musicale, diretto, scevro da manierismi di dubbio gusto.

“Ecco un elemento che si farà strada” – pensai – e non credo di essermi sbagliato. Oggi Pasquale Iannone conta tra i pianisti che “sanno” non soltanto suonare ed interpretare, ma affrontare altresì le pagine più ardue del repertorio virtuosistico; quel repertorio pressoché scomparso da una quindicina d’anni dai programmi pianistici…” ALDO CICCOLINI

“Considero il pianista Pasquale Iannone fra i più dotati concertisti della nuova generazione. Il suo altissimo livello tecnico, unito ad una profonda sensibilità interpretativa, ne fanno un artista di punta in campo internazionale.”     CARLO FRANCI

 

 PROGRAMMA DEL CONCERTO

Vienna nell’800 tra il serio ed il faceto

“Il serio”

F. Schubert     Sonata in La minore D 784

– Allegro giusto

– Andante

– Allegro vivace

J. Brahms      6 Klavierstücke op.118

1) Intermezzo

2) Intermezzo

3) Ballade

4) Intermezzo

5) Romance

6) Intermezzo

——————–

“Il faceto”

J. Strauss – O. Schulhof                   Fledermaus-Polka op.9 n.1

J. Strauss – I. Friedman                   Frühlingsstimmen

L. Godowsky                                   Alt Wien (dal Triakontameron)

M. Rosenthal                     Carnaval de Vienne
(Humoresque sur des themes des Johann Strauss)

J. Strauss – O. Schulhof                   Pizzicato-Polka op.9 n.2

M. Rosenthal                       Fantasy on Strauss

(on the Waltzes ” An der schönen blauen Donau”,
“Die Fledermaus” and “Freut eich des Lebens”)