Viagrande. Le richieste di Confcommercio. Viabilità ed eventi

Il funzionario delegato della Confcommercio di Viagrande, dott. Francesco Sorbello, ha inviato una lunga e dettagliata lettera al sindaco di Viagrande, Vera Cavallaro, e al presidente del Consiglio comunale, Mimmo D’Agata, con la quale chiede un incontro al fine di stabilire una strategia comune per lo sviluppo del territorio.
Sorbello propone all’amministrazione comunale alcune tematiche che vorrebbe affrontare e che investono le attività produttive e il centro urbano (lanciando la rivoluzionaria idea di unificare la storica piazza Gelsi – o Matteotti – alla villa comunale eliminando l’attuale muro di cinta della villa stessa). Nell’area sud, delimitata dalla via Aniante, viene suggerito l’insediamento di attività economiche di natura commerciale, con la riduzione a mt 80/100 del vincolo cimiteriale. Nell’area nord, si richiede un attento monitoraggio al fine di individuare elementi di vulnerabilità che possano essere causa di degrado, avviando azioni di rilancio, tenuto conto delle potenzialità dell’area in termini di spazi commerciali disponibili, di parcheggi e di viabilità.
Nella lettera viene posto l’accento anche sulla viabilità nella zona in cui l’anno scorso l’amministrazione ha apportato alcune modifiche non del tutto indovinate.
Per quanto riguardo gli eventi, infine, «la loro programmazione deve essere proiettata a captare utenze sempre più ampie». In tal senso si rende necessario creare nuove sinergie con enti, associazioni e, soprattutto, con i Comuni viciniori.

(font: La Sicilia – Paolo Licciardello, 04 aprile 2010)