Riparte il festival internazionale del cortometraggio a Viagrande

Riparte la terza edizione del Festival Internazionale del Cortometraggio “State aKorti”, unico nel suo genere, che si svolgerà ad agosto 2010 a Viagrande, in provincia di Catania

Confermata la formula della precedente edizione, organizzata da SK Studio e dalla DIBO eventi, che ha riscosso numerosi successi di critica e pubblico. Comico-umoristico è il genere di cortometraggi ammessi a partecipare, girati in qualsiasi formato e tecnica, della durata massima di 8 minuti e che non siano stati presentati nelle precedenti edizioni del concorso.

State aKorti” è aperto a tutti i film maker e registi di tutte le nazionalità, italiani e stranieri.

I corti pervenuti saranno giudicati da una giuria composta da esperti, giornalisti e critici del settore, che conferirà due premi: la somma di 500 euro al miglior cortometraggio, mentre alla migliore colonna sonora originale andranno 150 euro.

Il concorso è organizzato in collaborazione con AperitivoCorto, primo circuito nazionale di cortometraggi che darà visibilità sul territorio nazionale ai migliori cortometraggi che parteciperanno al festival e con Ustation, media social network universitario, all’interno del quale alla fine del concorso si potranno votare i corti che hanno partecipato al concorso e con radio Zammù, web radio dell’Università di Catania.

Il comitato organizzatore in base alla qualità delle opere partecipanti al festival valuterà l’opportunità di produrre un DVD contenente i migliori cortometraggi.

Come l’anno scorso, anche quest’anno, gli organizzatori ospiteranno un’associazione che si muove a fini umanitari.

Il festival si svolgerà nel mese di agosto a Villa Di Bella, a Viagrande, in provincia di Catania.

La partecipazione al concorso è gratuita. Il regolamento, tradotto in quattro lingue, è reperibile nei siti www.dibo.it e www.skstudio.it

I corti dovranno pervenire entro il 31 giugno 2010 all’indirizzo SKSTUDIO, c/o Studio Associato Di Bella, via Teatro Greco n.76, 95124 Catania.

(font: SiciliaToday – 26 gennaio 2010)