Dalla Famiglia Etica alla Famiglia Affettiva

Il lavoro clinico con i bambini può essere oggi finalmente inteso, alla luce delle più recenti elaborazioni teoriche ed epistemologiche gruppoanalitiche, come la frontiera ultima (o prima!) o se si preferisce l’altra faccia della stessa medaglia del lavoro sociale orientato allo sviluppo locale ed alla salute mentale di comunità.

Lavorare oggi con l’infanzia vuol dire lavorare sull’interfaccia tra i processi affettivi familiari ed i codici di appartenenza sociale. Prendersi cura dei bambini vuol dire prendersi cura delle reti comunitarie che attraversano le famiglie e le istituzioni di appartenenza tanto del bambino quanto degli stessi professionisti che vogliono esercitare il proprio dovere etico e civico, prima ancora che deontologico e professionale.

Rosanna Correnti

Dirigente Medico, Responsabile della Struttura Complessa (Modulo Dipartimentale Neuropsichiatria Infantile), coordina l’attività delle Unità Operative Territoriali di Neuropsichiatria Infantile della provincia di Catania.
Laureata in Medicina e Chirurgia con il massimo dei voti e la lode presso l’Università degli Studi di Catania e Specializzata in Neuropsichiatria Infantile presso l’Università degli Studi di Palermo, ha conseguito l’Abilitazione all’insegnamento di “Igiene mentale e psichiatria infantile” e la qualifica di Psicoterapeuta Familiare e Relazionale presso il Centro Studi di Terapia Familiare e Relazionale di Roma. Ha superato il Corso per Dirigenti di Unità Operative alla SDA Bocconi e frequentato il Corso di Formazione Manageriale per l’Esercizio delle Funzioni di Responsabile di Struttura Complessa, lavora con operatori di diversa professionalità, con utenti in età evolutiva e con le loro famiglie e in rete con vari soggetti istituzionali. Dirige da oltre 10 anni una struttura complessa di Neuropsichiatria Infantile (Modulo Dipartimentale di Neuropsichiatria Infantile Catania Centro).

A conclusione della raccolta di beneficenza, organizzata dall’Associazione Culturale Amigdala a favore dei bambini del Congo e in occasione della visita di Padre Clemente, invitiamo, quanti parteciperanno alla conferenza del 29 gennaio, a concludere la serata presso il ristorante “U Conzu” di Viagrande, dove saranno consegnati i fondi raccolti (Eur 520,00) all’Associazione A.Tu.Ba. che promuove e difende i diritti umani in Africa.