Continua il viaggio alla ricerca del Benessere proposto dall’associazione culturale Amigdala

Carissimi amici,
Ho il piacere di invitarvi alla conferenza che si terrà venerdì 20 novembre alle ore 19,30 presso il centro diurno di Viagrande in via della Regione, 24:

La DanzaMovimentoTerapia

La danzamovimentoterapia è una modalità specifica di trattamento di una pluralità di manifestazioni della patologia psichica, somatica e relazionale, ma anche una suggestiva possibilità di positiva ricerca del benessere e di evoluzione personale.

Si è sviluppata nel continente americano, in Europa e in altre parti del mondo. Nel nostro paese le prime esperienze, sin dall’inizio presenti anche in ambito istituzionale, risalgono agli anni settanta. Da quell’epoca molta strada è stata percorsa, ad opera di numerose associazioni e scuole di formazione.

La danzamovimentoterapia, che si collega idealmente ad antiche tradizioni nelle quali la danza era un mezzo fondamentale nelle pratiche di guarigione, ripropone negli attuali contesti clinico-sociali le risorse del processo creativo, della danza e del movimento per promuovere l’integrazione psicofisica, relazionale e spirituale, il benessere e la qualità della vita della persona.

Associata di frequente con altre forme di cura, la danzamovimentoterapia trova applicazione nel trattamento di numerosi disturbi psichiatrici: dalle psicosi ai disturbi d’ansia e dell’umore, dalle malattie psicosomatiche ai disturbi del comportamento alimentare e alle tossicodipendenze.

La danzamovimentoterapia è inoltre una collaudata modalità di approccio a diverse forme di handicap psichico, fisico e sensoriale.

Al di là della dimensione terapeutica e riabilitativa, la danzamovimentoterapia esprime anche competenze e tecniche rivolte allo sviluppo delle risorse umane, alla prevenzione del disagio psicosociale, alla formazione e al lavoro educativo.

Nei più diversi contesti pubblici e privati (centri diurni, unità riabilitative, comunità terapeutiche, centri socio-educativi, ospedali, studi professionali, carceri, scuole, consultori…), la danzamovimentoterapia ha trovato terreno fertile per un lavoro basato sull’unità mente-corpo-relazione che incontra immediatamente il bisogno di salute della gente.

Un corpo tra altri corpi” la DanzaMovimentoTerapia come cura relazionale

Dott. Vincenzo Bellia, psichiatra, psicoterapeuta gruppoanalista, danzamovimentoterapia, vive e lavora a Catania. Già dirigente medico presso i Servizi Pubblici di Salute Mentale della prov. Di Catania, ove ha condotto continuativamente gruppi di Danzamovimentoterapia a finalità clinica e formativa, opera oggi quale libero professionista.

Docente a contratto presso l’Università della Valle D’Aosta, l’Università Paris V “René Descartes” e la Scuola di Specializzazione in Psicoterapia della Coirag. Dirige dal 1997 i programmi di formazione in Danzamovimentoterapia della Scuola di Arti Terapie a Roma, Catania, Cosenza e Torino.

Socio fondatore dell’Apid (Associazione Professionale Italiana Danzamovimentoterapia), della quale è stato Vicepresidente dal 1997 al 2002 e Segretario Nazionale nel 2003, è attualmente il Responsabile della sezione regionale APID Sicilia.

Ha elaborato la metodologia della Dmt Espressivo-Relazionale, che ha presentato e diffuso in Italia e in paesi europei e alla quale ha dedicato tre volumi monografici e oltre venti saggi di interesse teorico e clinico-applicativo.

per info: Prof. Maria Grazia Palermo

mariagraziapalermo@amigdalaweb.it

tel. 327 7618179