Viagrande. L’abbattimento delle barriere architettoniche

Questa mattina, dalle 10 alle 13, all’interno della villa comunale, a cura dell’associazione di volontariato «Come Ginestre» e in occasione della settima giornata nazionale per l’abbattiemento delle barriere architettoniche, sarà allestito uno stand per informare e sensibilizzare l’opinione pubblica sui concetti relativi all’abbattimento delle barriere architettoniche e fisiche. L’iniziativa è sostenuta dall’amministrazione comunale, molto sensibile al problema e che già, per risolvere quello relativo agli edifici pubblici scolastici – come ci riferisce il sindaco Vera Cavallaro – ha ottenuto congrui finanziamenti. Resta insoluto – e non facilmente realizzabile in termini concreti – il problema dell’abbattimento delle barriere architettoniche relativo all’antico edificio comunale di piazza S. Mauro (con ingresso dalla loggia comunale), dove ha sede anche l’ufficio del sindaco, della giunta comunale e della segreteria comunale. «Tutti coloro che hanno bisogno di contattare questi uffici sappiano che basta comunicarlo agli uffici stessi e gli interessati li ricevono o direttamente giù in piazza o negli uffici ubicati nell’edificio del centro diurno per anziani fornito delle adeguate strutture di abbattimento delle barriere architettoniche». E’ sempre il sindaco Vera Cavallaro che, approfittando della giornata promossa dalla associazione «Come ginestre», ci fornisce queste informazioni.

(font: La Sicilia – Paolo Licciardello, 18 ottobre 2009)