Viagrande, il Consiglio riconosce un debito

Consiglio comunale all’insegna del “volemose bene”, tra maggioranza ed opposizione (eletti nella Lista Sanfilippo) i cui consiglieri ormai vanno a ruota libera, votando ognuno per i fatti propri, senza seguire le indicazioni di un capogruppo. Così la ricognizione sullo stato di attuazione dei programmi e verifica di salvaguardia degli equilibri di bilancio è stata votata con 12 voti favorevoli, su 14 presenti (9 provenienti dal gruppo di maggioranza compatto e 3 dall’opposizione, Loredana Giuffrida, Rosario Coco e Francesco Lo Cascio) mentre si sono astenuti il capogruppo dell’opposizione Salvatore Gambino e il consigliere Antonio Intelisano. Assente il consigliere Sebastiano Russo. La ricognizione sullo stato di attuazione è stata commentata politicamente dall’assessore Caterina Muscuso e tecnicamente dal ragioniere capo del Comune Giovanni Zappalà. L’unico debito fuori bilancio ammonta a 5.244,88 Euro e riguarda la parcella di un geologo per la relazione riguardante la ventilata costruzione della Chiesa Maria Ss del Rosario, nella zona “Fossa dei leoni”, progetto mai andato in porto per mancanza dei finanziamenti. Da precisare che il progetto della costruzione della Chiesa, con tutto quello che ne potrà conseguire con questo riconoscimento di debito fuori bilancio, risale al 1992.

(font: La Sicilia – Paolo Licciardello, 2 ottobre 2009)