Effetto Brunetta al contrario? «Dati falsati»

TREMESTIERI E VIAGRANDE. Nei due Comuni in luglio c’è stato un notevole aumento di assenze per malattie.

Ecco come nell’arco di appena un anno un Comune può passare dalle stelle alle stalle e cioè dal secondo posto (in Sicilia) per assenza di malattie al quarto posto invece per l’aumento delle assenze del personale dipendente a causa di malattie. Si tratta del Comune di Viagrande, quasi 8.000 abitanti, con 59 dipendenti.
Secondo i dati diffusi dal ministero della Funzione pubblica l’aumento per assenze dovute a malattie facendo un raffronto tra il mese di luglio 2008 ed il mese di luglio del 2009 è del 78,3 per cento.
In Sicilia precedono il Comune di Viagrande, sempre secondo i dati diffusi da un quotidiano a diffusione nazionale, Chiaramonte Gulfi, Palazzolo Acreide e Avola e lo seguono Marineo, Alessandria della Rocca e Tremestieri Etneo.
I dati vengono calcolati in base a schede di monitoraggio per assenze che vengono compilate dagli stessi Comuni: nel mese di luglio 2009, a Viagrande, le assenze per malattia retribuite o non retribuite (nella scheda non vengono registrate le distinzioni) assommano a 41 giorni contro le 23 del luglio 2008. La media assenze per malattia sul totale dei dipendenti è dello 0,69 (nel 2008 era dello 0,38).
«E’ vero che la percentuale delle assenze per malattia dei nostri dipendenti comunali è elevata – ammette il sindaco Vera Cavallaro – ma è altresì vero che non ci sono irregolarità. Le assenze sono state sempre supportate da idonea documentazione medica ed i soggetti interessati ricevono puntualmente i controlli da parte del medico fiscale. Tutto si svolge in conformità ai dettami della legge.
Indubbiamente i dati sembrano così alti, in un senso o nell’altro, poiché in un numero esiguo di dipendenti, ne bastano due o tre che si ammalano per far salire la percentuale nelle statistiche.
Quindi non credo proprio che i dati possano essere testimonianza di una situazione reale all’interno del nostro Comune, ma piuttosto si è trattato solo di contingenze in un periodo abbastanza ristretto. Le statistiche andrebbero verificate quantomeno in un arco di tempo maggiore
».

(font: La Sicilia – Paolo Licciardello, 08 settembre 2009)