Aciambiente: «Differenziare per ridurre il peso delle bollette»

Viagrande.

E’ stato personalmente il presidente dell’Ato Aciambiente Nello Oliveri a spiegare al nutrito gruppo di commercianti viagrandesi presenti nell’aula consiliare, come funziona la raccolta degli umidi organici, durante un incontro promosso dall’assessore comunale all’Ecologia Fabio La Rosa, al quale erano presenti il sindaco Vera Cavallaro e il presidente del Consiglio comunale Mimmo D’Agata.
La raccolta dell’umido come la raccolta della carta e della plastica potrebbe, da qui a qualche anno, far diminuire l’attuale bolletta di almeno il 60% per ogni famiglia se tutti quanti saremo diligenti nel separare i rifiuti che si producono quotidianamente”. Questo l’importante messaggio rivolto ai commercianti presenti all’incontro dal presidente Oliveri, il quale ha anche comunicato che da parte dell’Ato Aciambiente sono stati acquistati ben 5 isole ecologiche mobili, formate da megacamper che da qui a qualche mese saranno installate ai confini tra i vari Comuni che formano l’Ato stesso. Sulla raccolta degli umidi organici i commercianti presenti si sono detti d’accordo anche se è stato fatto osservare che bisognare pubblicizzare di più questo tipo di raccolta e occorrono contenitori più capienti per esercizi commerciali che hanno una clientela numerosa. I contenitori saranno assegnati in comodato d’uso gratuito, l’utilizzatore avrà soltanto il compito di tenerlo pulito dopo ogni prelievo da parte di mezzi attrezzati alla bisogna e che passeranno, normalmente, a giorni alterni. Di fronte a casi particolari il presidente Oliveri si è detto disponibile a fornire i commercianti di adeguati contenitori con la possibilità, laddove se ne rendesse la necessità, di un prelievo giornaliero.

(font: La Sicilia – Paolo Licciardello, 26 aprile 2009)