Piazza di Viscalori, ripresi i lavori

VIAGRANDE. Prevista anche una bambinopoli se sarà approvata la perizia di variante.

Nei giorni scorsi sono stati ripresi i lavori per ultimare i tre terrazzamenti della piazza S. Biagio, nell’antico quartiere di Viscalori, a Viagrande.
I lavori, per la verità, erano stati già avviati negli ultimi giorni del mese di novembre dell’anno scorso, ma poi l’impresa li ha sospesi visto che a Viagrande, nel periodo compreso tra l’Immacolata (8 dicembre) e S. Biagio (3 febbraio) è tutto un susseguirsi di manifestazioni: oltre alle feste canoniche (Natale, Capodanno ed Epifania), tengono infatti banco la festa di S. Mauro, quella di San Giovanni Bosco e quella di S. Biagio, che si svolge proprio nella piazza S. Biagio sottoposta ai lavori.
L’impresa aggiudicataria dei lavori (che ha sede a Catenanuova), stando a quanto dichiarato dal sindaco, Vera Cavallaro, riuscirà ugualmente, nei 180 giorni previsti dal contratto, a consegnare i lavori.
Probabilmente, però, si registrerà qualche ritardo se verrà approvata la perizia di variante in corso d’opera, che prevede la realizzazione di una bambinopoli, nel terzo terrazzamento, sfruttando le somme ricavate dal ribasso d’asta.
Un’idea sicuramente da condividere, quella della bambinopoli, in un borgo che in estate è molto frequentato da visitatori e villeggianti per l’aria frizzante e pura che vi si può respirare.
Da parte di alcuni tecnici locali sono state, invece, avanzate alcune perplessità per la scelta delle mattonelle in cotto siciliano da collocare nei terrazzamenti in corso d’opera e nell’antica piazza già esistente, che contrasterebbero con l’ambiente circostante, dove è preminente la pietra lavica, ma il progetto è stato approvato così dalla Soprintendenza ai beni ambientali e culturali.

(font: La Sicilia – Paolo Licciardello, 07 febbraio 2009)