Il Concerto di Natale 2008 della Cornucopia


Era il novembre del 2007, quando Mario Macrì, colto da un’improvvisa voglia di vita e di amore, accettò di partire, assieme al gruppo internazionale di Motoforpeace, per una missione umanitaria in moto con destinazione il Sudamerica.
Una missione eccessivamente pericolosa sia per lo status politico dei paesi da attraversare, che per il suo già precario stato di salute.
Ma nulla avrebbe potuto fermarlo davanti alla richiesta di aiuto da parte dei “bambini della strada” di Quito, capitale dell’Ecuador.
Fu proprio a loro che vennero destinati i 35 mila euro raccolti durante i preparativi della spedizione, grazie anche al notevole supporto logistico avuto dal governo italiano, da quello spagnolo e da tutti quelli dei paesi attraversati.
Al suo ritorno dal viaggio, molti furono coloro che espressero la loro voglia di partecipare in futuro e in qualunque maniera, al vero senso di amore che gli era rimasto incondizionatamente scolpito nel cuore.
Oggi a distanza di un anno, Stefano Massimino, suo carissimo amico, ha voluto fare il possibile per rievocare quei momenti di vero amore, regalando alla città di Viagrande un segno tangibile del suo impegno a favore della solidarietà.
Ha chiesto ed ottenuto da Mario Macrì e dall’Associazione Culturale Onlus “La Cornucopia”, della quale fa parte, la partecipazione per l’organizzazione di un Concerto di Natale di beneficenza, dove si potessero stimolare i presenti con un forte messaggio raccolto proprio in quelle terre lontane.
Manco a dirlo, Mario non s’è fatto pregare per nulla ed oggi… è tutto pronto per una indimenticabile serata natalizia di vero amore verso questi bambini.
In totale accordo col Sacerdote Padre Biagio Apa della parrocchia di San Biagio a Viscalori, piccola frazione di Viagrande, si è però deciso di destinare, per questa volta, il ricavato della serata di domenica 21 dicembre, ai bambini della strada del Brasile e delle nostre comunità della provincia di Catania.
Felicissimi di accogliere la richiesta anche il quintetto di musicisti che ha notevolmente ridotto quasi all’osso il proprio cachè, certi che una serata di musica a sfondo benefico, non è mai ripagabile da nessuna cifra al mondo.
Il quintetto di ottoni “Ouverture Brass Quintet” è costituito da musicisti di approfondita esperienza musicale sia in ambito orchestrale che cameristico, poiché collaborano con importanti enti e teatri.
Lo scopo del gruppo è quello di far conoscere la versatilità degli ottoni.
Questo tipo di formazione riscuote grande successo per le sue qualità tecniche e soprattutto timbriche variando da un programma classico, eseguendo composizioni altamente virtuosistiche fino al jazz e alle colonne sonore di films.
Il gruppo esegue brani originali e arrangiati appositamente per questa formazione anche dagli stessi componenti. In occasione delle imminenti festività natalizie l’Ouverture Brass Quintet propone dei concerti a tema con arrangiamenti originali di brani famosi nonché di brani originali siciliani.
I componenti del gruppo: Prof. Filippo Sapienza (tromba), Prof. Rosario Cavallaro (tromba), Prof. Angelo Bonaccorso (corno – già solista alla Scala di Milano), Prof. Carmelo Sapienza (trombone), Prof. Angelo Pappalardo (tuba – già musicista di Roy Paci ed Andrea Bocelli).
Ma un segno ancora più tangibile di questo amore verso i bambini bisognosi, lo porterà la Prof.ssa Maria Grazia Palermo, artista ed anche lei componente della Cornucopia, nonché insegnante di musica da più di vent’anni in una delle zone più disagiate di Catania, il quartiere di Librino. Ed è proprio da lì che arriveranno le “voci bianche” che intoneranno i canti natalizi opportunamente preparati in un rigoroso spagnolo.
La serata che avrà inizio alle ore 20.00, si articolerà quindi in brani eseguiti dall’Ouverture Brass Quintet e dai bambini del Coro dell’I.C. “Campanella Sturzo” di Catania con, sullo sfondo, le immagini dei bambini fotografati da Mario Macrì durante la sua spedizione.
Un appuntamento con l’amore che pochi sicuramente riusciranno a cancellare dai propri cuori.

Santo D’Agata (presidente dell’Ass. Culturale Onlus “La Cornucopia”)