Rischio incidenti, urge segnaletica

Viagrande. Divieti da perfezionare nella zona interessata dal nuovo piano viario.

Via Sergente Sapienza, dove si dovrebbe estendere il segnale orizzontale di «stop» sull’intera carreggiataCompletare urgentemente la segnaletica verticale e orizzontale su via Sergente Sapienza e, soprattutto, su via Sottotenente Scuderi se si vogliono evitare incidenti e se si vuole ottenere maggiori benefici dall’entrata in vigore del primo «step» del nuovo piano viario.
Infatti, nonostante la presenza in loco del vicecomandante della polizia municipale, Camillo Gulisano, e di due vigili urbani, gli automobilisti, con molta nonchalance, cercavano di imboccare in controsenso la via Sottotenente Scuderi: bloccati dai vigili urbani, che per qualche altro giorno saranno «buoni e pazienti», tutti rispondevano con aria innocente: «C’è divieto di accesso? Non ce ne eravamo accorti».
E naturalmente erano costretti a far marcia indietro: quando i vigili urbani non sono di servizio, sulle due strade, il senso vietato non viene rispettato da almeno il 90% degli automobilisti. Vogliamo, però, spezzare una lancia a favore di questi ultimi: infatti, dopo decenni e decenni che le strade si percorrono in entrambi i sensi di marcia, viene davvero difficile abituarsi al senso unico, specialmente se la segnaletica non è chiara o è insufficiente.
Bisognerebbe, infatti, aggiungere all’ingresso di via Sottotenente Scuderi (provenendo dalla trafficatissima via della Regione), sulla parte sinistra, un secondo segnale di divieto di accesso e la stessa cosa bisognerebbe fare all’ingresso di via Sergente Sapienza (provenendo da via Sottotenente Scuderi).
Allo sbocco delle due strade bisognerebbe, poi, estendere il segnale di «stop» orizzontale sull’intera carreggiata.
Inoltre, gli automobilisti che provengono dalla zona sud di via della Regione hanno difficoltà a vedere il segnale di «direzione obbligatoria» poiché in parte coperto dal segnale che indica la presenza di una scuola, collocato qualche decina di metri più indietro.
Il comandante della polizia municipale, Ernesto Pulvirenti, per alcuni segnali verticali aveva già predisposto la messa in opera. Pulvirenti ha aggiunto altresì che, dalla prossima settimana, finito il periodo sperimentale, gli automobilisti dovranno stare attenti nel rispettare la segnaletica poiché i vigili urbani saranno inflessibili contro coloro che la violeranno.

(font: La Sicilia – Paolo Licciardello, 21 novembre 2008)