Piano viario: primo intervento dal giorno 5

Viagrande. Riguarderà la zona attorno alle Elementari di via della Regione. Polemiche in Consiglio.

Quello di giovedì sera – stando ai punti dell’odg – sembrava un consiglio comunale da liquidare con una certa facilità e invece si è trasformato in una seduta ricca di colpi di scena dove sono stati affrontati problemi attuali come il nuovo piano viario e gli avvisi di accertamento notificati dalla «S. Giorgio» per la riscossione dell’Ici sulle aree edificabili che dovrebbero fruttare alle casse comunali ben 380 mila euro, già iscritti in bilancio.
Queste le dichiarazioni fatte in Consiglio comunale da Salvatore Gambino, capogruppo dell’opposizione, ex presidente del Consiglio e assessore nella prima amministrazione Cavallaro: «Sul nuovo piano viario dissento totalmente e non perché adesso sono capogruppo dell’opposizione. I miei ex compagni di Giunta, sindaco compreso, ricorderanno perfettamente che ho sempre contestato questo piano viario, confezionato, forse, nell’interesse di qualcuno, non considerando che sono stati calpestati i diritti della nuova commissione sul traffico che non ha avuto il tempo di discutere a fondo l’argomento». Replica immediata del sindaco Vera Cavallaro: «Al consigliere Gambino rispondo che probabilmente non far entrare in vigore il nuovo piano viario poteva sembrare difendere gli interessi di qualcun altro. Invece posso garantire che l’interesse dell’amministrazione sta molto più in alto, cioè, al disopra di tutti».
Ci sono stati poi diversi interventi da parte di numerosi consiglieri e l’unico che non ha avuto la possibilità di parlare è stato l’assessore alla Viabilità, prof. Ettore Barbagallo, il quale ci ha spiegato che il nuovo piano viario procederà per comparti al fine di verificarne, successivamente, la fattibilità in toto.
Il primo provvedimento riguarda i mezzi pesanti provenienti da Zafferana e diretti a Catania che saranno dirottati su via Dietro Serra-Muri Antichi- Indirizzo e la zona attorno all’edificio del plesso delle Elementari San Giovanni Bosco di via della Regione, con una serie di novità (prima fra tutte il divieto di accesso dalla via della Regione a via St. Scuderi) che dovrebbero migliorare di molto la viabilità nell’intera zona, ricca di esercizi commerciali i cui titolari e utenti, ovviamente, nel limite del possibile, vanno tutelati.
«Questi primi due interventi – ci ha assicurato l’assessore Barbagallo – prenderanno il via a decorrere dalla mattina di mercoledì 5 novembre».

(font: La Sicilia – Paolo Licciardello, 01 novembre 2008)