Traffico da nord «dirottato»

Viagrande. Nel nuovo piano viario le auto confluiranno su via Scuderi, piazza S. Mauro e via della Regione.

Uno dei segnali di divieto momentaneamente coperti in attesa del varo del pianoL’assessore alla Viabilità del Comune di Viagrande, prof. Ettore Barbagallo, assieme ad altri assessori e consiglieri comunali, ha illustrato, nella sala delle adunanze di palazzo di città, ai commercianti direttamente interessati, cosa accadrà con la messa in atto del nuovo piano viario.
L’assessore ha subito tenuto a fugare ogni tentativo di polemica sul numero dei commercianti invitati: «Ho ritenuto opportuno invitare soltanto i titolari di quegli esercizi commerciali che hanno la loro sede all’interno del “circuito” costituito dal nuovo piano viario, e cioè i commercianti di via Rosario Scuderi, piazza S. Mauro e via della Regione».
Presenti, fra gli altri, il dott. Ernesto Pulvirenti, comandante della polizia municipale, sulla quale, manco a dirlo, cadrà la maggior parte delle responsabilità circa la riuscita del nuovo piano viario, e il presidente dell’associazione turistica Pro Loco, Nino Cucinotta, i cui collaboratori quotidianamente vengono interpellati anche sulla viabilità.
Sulla piazza S. Mauro e sulle due citate strade sarà dirottato il traffico veicolare (abbastanza intenso nelle ore di punta) proveniente da Viagrande nord (Blandano, Monterosso, San Giovannello), Zafferana, Milo e S. Venerina e diretto a San Giovanni la Punta e, in genere, a Catania.
Il flusso veicolare verrà dirottato su via Rosario Scuderi, all’altezza quasi dell’imbuto nel quale si restringe la via Garibaldi (nel tratto compreso tra via Chiesa Antica e via Rosario Scuderi), per raggiungere piazza S. Mauro e riversarsi, quindi, su via della Regione, una strada ampia, se saranno rispettate le limitazioni imposte dalla nuova segnaletica.
Gli altri interventi non dovrebbero provocare alcuna rivoluzione, essendo prevista, infatti, l’istituzione di alcuni sensi unici in strade anguste dove spesso l’incrocio di due autovetture può creare problemi immensi – e talvolta – inutili litigi.

(font: La Sicilia – Paolo Licciardello, 31 ottobre 2008)