Mezzo milione per la chiesa S. Caterina

Viagrande. Un altro finanziamento regionale destinato al miglioramento della scuola materna.

Due buone notizie sono pervenute al sindaco di Viagrande, Vera Cavallaro: riguardano il finanziamento di due importanti strutture pubbliche. Una di queste due notizie è pervenuta all’amministrazione comunale soltanto per conoscenza, essendo diretta all’arcidiocesi di Catania, ed esattamente all’ufficio edilizia di culto, che aveva disposto la progettazione per la ristrutturazione della chiesa di S. Caterina, chiusa ormai da 5 anni perché dichiarata inagibile con ordinanza sindacale.
Si tratta dell’intervento di consolidamento e conservazione dell’antica chiesa (una delle tre parrocchie del paese), che sorge all’angolo tra via Vittorio Emanuele e la via Garibaldi, lungo la provinciale per Zafferana Etnea, in pieno centro storico.
Il progetto è stato redatto e seguito, fra gli altri, anche dall’architetto Paolo Faro: il finanziamento è di 500mila euro ed è stato incluso, con disposizione del presidente della Regione, in priorità «1» nel piano per il rientro nell’ordinario, la ricostruzione, riparazione, adeguamento delle strutture danneggiate dagli eventi sismici e vulcanici del 2002.
L’altro finanziamento riguarda l’intervento di miglioramento della scuola materna (oggi scuola dell’infanzia) ubicata all’interno dell’ex scuola professionale «Salvatore Mirone». Si tratta di 118mila euro che saranno erogati appena l’amministrazione comunale depositerà il progetto esecutivo, munito delle approvazioni e dei pareri necessari; un iter che, ha assicurato il sindaco Vera Cavallaro, è già in itinere.
Le somme erogate dalla Regione, dipartimento della protezione civile, saranno utilizzate per il rifacimento dell’impianto elettrico all’interno dell’edificio di via Collegio. Entrambe le comunicazioni sono state firmate dai dirigenti dell’unità operativa XLI della Protezione civile, ing. Alberto Vecchio e architetto Salvatore Lizzio.

(font: La Sicilia – Paolo Licciardello, 28 settembre 2008)