Stamani l’inaugurazione della scuola dell’infanzia

Questa mattina sarà inaugurata la scuola dell’infanzia di via Mazzini (ore 9,30) e via Collegio (a seguire). Alla cerimonia parteciperanno il sindaco, Vera Cavallaro, e gli assessori alla Pubblica istruzione, Maria Rita Moschetto, e alla Cultura, Caterina Muscuso, oltre al dirigente dell’Ufficio scolastico provinciale, dott. Raffaele Zanoli.
In pratica sarà anche l’occasione per festeggiare la riapertura degli edifici della scuola materna di via Mazzini (realizzati sotto l’amministrazione del sindaco Francesco Corsaro Boccadifuoco) e quelli di via Collegio (ex sede della scuola professionale «Salvatore Mirone» gestita dalle suore salesiane): entrambi gli edifici ospitarono per anni l’allora scuola materna, ma poi furono chiusi perché sprovvisti dei requisiti necessari a ottenere l’agibilità.
Per sistemare i due plessi scolastici sono stati spesi circa 250mila euro (nel plesso di via Mazzini circa 200mila euro) per rendere gli edifici agibili.
Purtroppo, entrambi gli immobili sono ubicati in strade anguste che appartengono ad antichi quartieri sprovvisti di parcheggi e che consentono il transito di una sola autovettura per volta, creando qualche problema ai genitori che ogni mattina accompagnano i loro figli a scuola. A coloro che, questa mattina, volessero partecipare alla cerimonia inaugurale, consigliamo quindi di posteggiare le auto nella zona di via Indirizzo (per la scuola di via Mazzini) e nella zona di piazza Chiesa Antica-via Rapisardi (per la scuola di via Collegio).

(font: La Sicilia – Paolo Licciardello, 23 settembre 2008)

  1 comment for “Stamani l’inaugurazione della scuola dell’infanzia

  1. Piero Coco
    24 settembre 2008 at 9:07

    Complimenti all’Amministrazione tutta per l’Operato tutto, e per aver dato la possibilità finalmente di usufruire di una nuova scuola per i bambini.
    Colgo però l’occasione per dire che servirebbe la presenza dei vigili urbani all’uscita dalla scuola media G. Verga di via Pacini, che regolerebbero il traffico dando ordine anche ai genitori e professori di rispettare il senso unico.
    Piero Coco