Fermo il pozzo «Muri Antichi», disagi in vista

Trecastagni. Impianti Acoset disattivi dalle 6: sarà installato un trasformatore. Intervento anche a S. Cuore.

Saranno disattivati questa mattina, dalle ore 6 e, presumibilmente sino alle ore 18, gli impianti del pozzo Muri Antichi, per completare il programma dei lavori di manutenzione straordinaria programmati dall’Acoset, concordati con l’amministrazione comunale, e resisi necessari, sia pure nel bel mezzo della stagione estiva, a seguito dei guasti verificatisi nelle vecchie elettropompe.
I vari interventi tendono a migliorare ulteriormente il sistema di emungimento e quindi di produzione grazie all’installazione delle nuove elettropompe effettuata la settimana scorsa. Nella nottata tra giovedì e venerdì scorsi, come si ricorderà, si è guastato il vecchio trasformatore installato all’epoca della realizzazione del pozzo di proprietà del Comune di Trecastagni e nel pomeriggio dello stesso venerdì, i tecnici dell’Acoset installarono il nuovo trasformatore e gli impianti furono riavviati in modo da non lasciare a secco totalmente l’intero paese, sebbene l’erogazione sia avvenuta con turnazioni.
Questa mattina sarà installato un secondo trasformatore per i cui lavori è necessaria la collaborazione dei tecnici dell’Enel e sarà necessario disattivare in toto gli impianti. Alla ripresa, almeno così assicurano all’Acoset, gli impianti dovrebbero produrre un maggior quantitativo di acqua. Una seconda squadra di tecnici ed operai, approfittando del fermo degli impianti, lavorerà per collegare la nuova condotta realizzata tra via Papa Giovanni XXIII, via Muri Antichi e piazza S. Alfio che sostituirà integralmente la preesistente condotta diventata ormai un colabrodo.
In serata sono iniziati i lavori per la sostituzione dell’elettropompa guastatasi venerdì scorso negli impianti del pozzo S. Cuore dal quale sono scaturiti i disservizi di Valverde, Viagrande, Gravina, Mascalucia, Tremestieri, S. Agata li Battiati nei cui serbatoi viene accumulato il totale del quantitativo di acqua emunto dal menzionato pozzo. I lavori, presumibilmente, saranno ultimati in nottata ed in nottata stessa le nuova elettropompa sarà avviata: questa mattina, pertanto, potranno notarsi i primi benefici per le utenze dei
menzionati Comuni, anche se il servizio per ritornare regolare in toto necessita dei tempi tecnici. A Viagrande sino ad ieri sera il servizio con le autobotti, scortate dalla polizia municipale, ha limitato i disagi di quelle famiglie che abitano nei quartieri periferici e in zone più in alto rispetto a piazza S. Mauro.

(font: La Sicilia – Rosario Russo, 06 agosto 2008)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.